Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

14 maggio 2015

Riforma appalti, pagamento diretto al subappaltatore e stop all’in house

14/05/2015 – Prosegue la riforma del Codice Appalti. La Commissione Bilancio del Senato entro la prossima settimana si pronuncerà sugli ultimi emendamenti presentati.   Obbligo di pagamento diretto ai subappaltatori, indicazione in sede di offerta delle lavorazioni da subappaltare e un freno agli affidamenti in house sono alcune delle proposte di modifica avanzate dai relatori del provvedimento.   Subappalto Se la proposta dovesse passare, in caso di inadempimento da parte dell’appaltatore, la Stazione Appaltante dovrebbe procedere al pagamento diretto dei subappaltatori.   I concorrenti avrebbero l’obbligo di indicare, in sede di presentazione dell’offerta, le parti del contratto che intendono subappaltare e una terna di nominativi di subappaltatori per ogni tipologia di lavorazione. Diventerebbe inoltre obbligatorio dimostrare l’assenza di motivi di esclusione a carico dei subappaltatori, che in caso contrario andrebbero sostituiti.   Blocco..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria LAVORI PUBBLICI