Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

21 settembre 2015

Rischio sismico: l’ISI redige una valutazione sul patrimonio residenziale pubblico

21/09/2015 – Minore rigidezza al primo interpiano, assenza delle tamponature al piano terra, degrado delle colonne al piano terra, irregolarità in altezza ed elevata presenza di travi a spessore.   Queste alcune cause di vulnerabilità sismica messe in evidenza nello studio realizzato dall’Associazione Ingegneria Sismica Italiana (ISI), su incarico di Federcasa (Federazione che riunisce gli Enti gestori di edifici residenziali pubblici italiani), sullo stato conservativo di un campione di edifici con lo scopo di valutarne il grado di pericolosità sismica.   Vulnerabilità sismica: lo studio ISI Federcasa ha messo a disposizione un campione rappresentativo di fabbricati di diverse tipologie, con differenti epoche di costruzione e distribuiti su tutto il territorio nazionale. L'analisi è stata effettuata su un campione di 8 edifici distribuiti su tutto il territorio nazionale e rappresentativi delle tecnologie costruttive..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria sicurezza