Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

30 novembre 2016

Scia 2, ecco come cambierà il Testo Unico dell’Edilizia

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23130/11/2016 – Entrerà in vigore l’11 dicembre 2016 il decreto “Scia 2” (D.lgs. 222/2016), che attua uno dei capitoli della riforma della Pubblica Amministrazione (Legge 124/2015). L’obiettivo del decreto “Scia 2” è la semplificazione del panorama normativo riguardante i procedimenti da seguire per la realizzazione degli interventi edilizi. Nel testo è infatti presente una tabella che, in corrispondenza del lavoro da eseguire, riporta la procedura richiesta e il titolo edilizio necessario. Ma non solo, perché la nuova norma interviene in modo significativo sul Testo Unico dell’Edilizia (Dpr 380/2001) eliminando la Denuncia di inizio attività (Dia), ora sostituita completamente dalla Segnalazione certificata di inizio attività (Scia), e la Comunicazione di inizio lavori (Cil). Rimangono quindi in piedi cinque procedure: l’attività di edilizia libera, per cui non.. Continua a leggere su Edilportale.com