Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

20 gennaio 2015

Scia telematica valida anche se i file non sono leggibili

20/01/2015 – La segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) presentata tramite Pec ha la stessa valenza di quella in formato cartaceo. Se alcuni file non sono leggibili, l’Amministrazione non può rigettare la domanda, ma deve invitare il mittente a ripresentare la documentazione.   È questa la conclusione cui è giunto il Tar Friuli Venezia Giulia, che con la sentenza 610/2014 si è pronunciato sull’adeguamento di un impianto.   Una società di telefonia aveva inviato, tramite posta elettronica certificata, una Scia per la modifica di un impianto esistente. I lavori consistevano nella sostituzione di alcune antenne.   Il Comune aveva negato la prosecuzione dei lavori perché uno dei file contenenti la documentazione sui lavori non risultava apribile e visionabile.   La società aveva quindi presentato ricorso perché, a suo avviso, il Comune avrebbe dovuto chiedere di ripresentare..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria