Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

4 aprile 2016

Scia unificata, il Consiglio di Stato boccia il decreto

04/04/2016 – La Scia unificata doveva rappresentare una conquista in termini di semplificazione e segnare un traguardo nella riforma della Pubblica Amministrazione. Il Consiglio di Stato, però, col parere 839/2016 ha chiesto una serie di importanti modifiche alla bozza di decreto per l’introduzione del modello unico. Secondo i giudici, il decreto non risolve, ma anzi complica, i casi in cui, prima di presentare la Scia, sono necessarie altre autorizzazioni. Non ci sarebbe inoltre chiarezza sul periodo di diciotto mesi dopo il quale i privati sarebbero al riparo da eventuali azioni della Pubblica Amministrazione e sui documenti da allegare alla Scia unificata. Scia, cosa è e come funziona Prima di analizzare il provvedimento, il CdS ha ricordato che non è necessario nessun permesso preventivo per le attività soggette a Scia perché queste: - sono ‘libere’, ‘consentite direttamente dalla legge’ in.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231