Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

10 febbraio 2015

Sentenza Corte di Cassazione D.Lgs. n. 231 del 2001


Corte di Cassazione - IV Sez. Penale - sentenza 27 gennaio 2015 n. 3786 (udienza 17/10/2014)

Sentenza Corte di Cassazione D.Lgs. n. 231 del 2001

Corte di Cassazione - IV Sez. Penale - sentenza 27 gennaio 2015 n. 3786 (udienza 17/10/2014)Lavoratore morto per annegamento nel corso di un’operazione di controllo e di vigilanza delle gabbie dei tonni: nessun automatico addebito di responsabilità al datore di lavoro.

Nel processo a carico dell´ente per un illecito contemplato dalla 231 non è ammessa la costituzione di parte civile.

Lo ha ribadito la Cassazione che, con sentenza n. 3786 depositata il 27 gennaio, ha annullato il provvedimento con cui la Corte di Appello di Palermo aveva accolto la richiesta dei danneggiati dal reato presupposto di costituirsi contro la società.

I Giudici di Piazza Cavour, nel confermare l´orientamento già espresso dalla giurisprudenza nazionale e ritenuto compatibile con il diritto UE dalla Corte di Giustizia, hanno chiarito che tale possibilità non è contemplata dal Decreto 231, né da altre fonti.

Con sentenza resa in data 28/1/2011, il Tribunale di Trapani ha assolto L.C.L. dall'accusa di omicidio colposo asseritamente commesso ai danni del lavoratore p.g. ; con la stessa sentenza il Tribunale di Trapani ha assolto la Ittica del Golfo s.r.l. dall'illecito amministrativo alla stessa ascritto, ai sensi del D.Lgs. n. 231/2001, in conseguenza del comportamento contestato al L.C.

Corte di Cassazione - IV Sez. Penale - sentenza 27 gennaio 2015 n. 3786 (udienza 17/10/2014)Corte di Cassazione - IV Sez. Penale - sentenza 27 gennaio 2015 n. 3786


Leggi altri articoli della categoria sicurezza