Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

1 settembre 2015

Studi professionali, ogni collega deduce i costi della propria attività

01/09/2015 – Il professionista che divide lo studio con altri colleghi, ma che è l’unico titolare delle utenze, non può dedurre dal reddito tutti i costi sostenuti. Con la sentenza 16035/2015, la Cassazione ha spiegato che sono deducibili i costi sostenuti in rapporto all’attività realmente svolta. Ciò significa che il titolare dello studio non deve sostenere, ed in seguito detrarre dal reddito, tutti i costi sostenuti per l’affitto e le utenze. Secondo i giudici, infatti, dopo aver pagato, il professionista deve riaddebitare agli altri professionisti le quote che non sono di sua competenza attraverso una fattura assoggettata ad Iva. L’operazione ha due implicazioni. Da una parte diminuisce l’importo da dedurre dal reddito. Dall’altra i rimborsi percepiti non comportano una maggiorazione del reddito, ma solo una diminuzione dei costi i gestione. Nel caso esaminato dalla Cassazione,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI Qualità, Ambiente, Sicurezza, Corsi di Formazione, Privacy e 231