1 45001 Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts tagged ‘45001’

22
Ott

Il Decreto Sisma premia il lavoro dei professionisti

22/10/2019 – Il ruolo dei tecnici sarà fondamentale per l’accelerazione e il completamento delle ricostruzioni in corso nei territori del Centro Italia; ad esempio, l’avvio dei lavori per la ricostruzione privata sarà più veloce grazie ad una certificazione redatta dai professionisti che avranno un’anticipazione del 50% del proprio onorario alla presentazione del progetto. Queste le novità principali previste dalla bozza del decreto sisma, approvata dal Consiglio dei Ministri di ieri, dopo l'incontro con le regioni coinvolte, che dispone la proroga fino al 31 dicembre 2020 dello stato d'emergenza per i territori delle regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo colpiti dal sisma. Decreto sisma: il ruolo dei tecnici nella ricostruzione Il provvedimento contiene misure per agevolare l’approvazione dei progetti per la ricostruzione, regolando le modalità e le procedure per la copertura delle anticipazioni.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
22
Ott

Partite Iva, ancora incognita sul regime forfetario

22/10/2019 – Nulla di fatto per la definizione del regime forfetario. Il vertice di maggioranza di ieri sera non è riuscito a sciogliere tutti i nodi sulle Partite Iva. I lavori per la ricerca di un accordo proseguiranno nei prossimi giorni. C’è invece l’intesa sull’utilizzo del POS. L’obbligo di accettare pagamenti con carte di credito e bancomat, pena una sanzione, slitta a luglio 2020. Termini più lunghi anche per l’introduzione del tetto al denaro contante. Saranno poi inasprite le pene a carico dei grandi evasori. Partite Iva, restano i dubbi per i forfetari “Sul regime forfettario per i professionisti siamo al lavoro. Sarà oggetto della discussione nei prossimi giorni” commenta Luigi Di Maio dalla sua pagina Facebook. É quindi ancora giallo sulle norme che entreranno nel disegno di legge di bilancio. Si può ipotizzare che nel ddl sarà introdotto il.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
22
Ott

Bonus verde, le associazioni chiedono la proroga

22/10/2019 – Prorogare il bonus verde anche per il 2020 (o, meglio ancora, renderlo strutturale) e rinnovarlo, inserendo anche la detraibilità per tutti gli interventi che migliorano le condizioni di salute degli alberi esistenti. Questa la richiesta che arriva da più associazioni legate al verde come l’Associazione Arboricoltori (A.A), la Società Italiana di Arboricoltura (SIA), Cia-Agricoltori Italiani e l’associazione dei Florovivaisti Italiani, Assofloro e Anaci, che hanno manifestato il proprio disappunto rispetto alla scelta del Governo di non prorogare la misura. Bonus verde: i vantaggi Secondo SIA e AA, “il Bonus verde è uno strumento fondamentale per contrastare la capitozzatura degli alberi”. Inoltre, la detrazione fiscale per le spese di sistemazione delle aree verdi private (dai giardini ai balconi) ha portato nuovi posti di lavoro e contribuito all’emersione del “nero”. Cia.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
21
Ott

Prevenzione incendi, con le modifiche al Codice addio al ‘doppio binario’ per 42 attività

21/10/2019 – Da ieri sono in vigore le modifiche al Codice di prevenzione incendi (DM 3 agosto 2015) introdotte dal DM 12 aprile 2019. Le modifiche si applicano alle attività "soggette e non normate", prive di una regola tecnica verticale, ed eliminano il cosiddetto “doppio binario” per la progettazione antincendio delle attività soggette al controllo da parte dei Vigili del Fuoco. Prevenzione incendi: le attività interessate Il DM prevede che le norme tecniche di prevenzione incendi (contenute nel Codice antincendio) si applichino obbligatoriamente (in precedenza era facoltativo) alla progettazione, alla realizzazione e all'esercizio di 42 delle 80 attività elencate nell'Allegato I del Dpr 151/2011. L’obbligo riguarda, per fare degli esempi, officine e laboratori, stabilimenti dove si producono sostanze ritenute a rischio, depositi di carta e legnami, fabbriche per la.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
21
Ott

Costruzioni, sindacati: ‘chiediamo una vera politica industriale’

21/10/2019 - “Il rilancio delle costruzioni passa attraverso una politica industriale del settore, il rafforzamento delle infrastrutture, lo sblocco dei cantieri, la messa in sicurezza del territorio, la riforma del Codice Appalti, l’affermazione della legalità, la sicurezza dei lavoratori. Le intenzioni del governo sembrano positive, ma bisogna passare subito ai fatti”. Lo sostengono i sindacati di categoria FenealUil, Filca-Cisl, Fillea-Cgil, che oggi celebrano a Roma i direttivi nazionali unitari (ore 9:30, auditorium Ambra Jovinelli). “L’iniziativa - spiegano i segretari generali Vito Panzarella, Franco Turri, Alessandro Genovesi - servirà a ribadire le nostre proposte e a definire una giornata di iniziative e di sensibilizzazione, dopo lo sciopero generale del 15 marzo scorso. In particolare, chiediamo una vera politica industriale in favore del settore delle costruzioni, il rilancio della rete infrastrutturale, con particolare.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
21
Ott

Da luoghi di transito a piazze urbane, un viaggio tra le stazioni d’Italia

21/10/2019 – Luoghi di transito, di partenza e accoglienza. Le stazioni ferroviarie sono molto di più e si trasformano in punti di incontro capaci di offrire alle città  anche altri servizi ed eventi culturali. Antiche o moderne, vediamone alcune appartenenti al circuito “Grandi Stazioni”, società di Ferrovie dello Stato che si occupa di reinventare questi complessi per trasformarli in “piazze urbane”. Milano Centrale I programmi per la sua realizzazione sono iniziati all’inizio del Novecento. Gli eventi storici, l’austerità dell’epoca giolittiana e l’avvento del Fascismo hanno modificato in fase di progettazione architetture e decori. Oggi la stazione è un hub cittadino multifunzione. Al suo interno è presente il memoriale della Shoah in corrispondenza del binario 21, unico posto al piano strada, da cui partivano i treni diretti ai campi di sterminio. Foto: Daniel.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Ott

Formazione e addestramento salute e sicurezza

 

Nel settore degli spettacoli e dell’intrattenimento

Formazione e addestramento salute e sicurezza

formazioneFormazione e addestramento per la salute e sicurezza Di scaffolder e rigger Nel settore degli spettacoli e dell’intrattenimento Il documento, in attuazione del Protocollo d’intesa tra Inail e Assomusica del 30/10/2014, rinnovato in data 18/01/2018. Documento INAIL

Il presente documento, in attuazione del Protocollo d’intesa tra Inail e Assomusica del 30 ottobre 2014, rinnovato in data 10 gennaio 2018, fornisce, in relazione a quanto previsto dal “decreto palchi e fiere” del 22 luglio 2014 e dalla relativa Circolare ministeriale esplicativa, indicazioni concernenti la formazione e l’addestramento di due particolari figure professionali, i Rigger e gli Scaffolder, spesso operanti nell’ambito del settore degli spettacoli e dell’intrattenimento, svolgendo attività lavorative connotate da una particolare complessità. Proprio in relazione a tale complessità e peculiarità Inail e Assomusica hanno ritenuto di procedere ad una ricognizione delle migliori soluzioni concretamente attuate, al fine di individuare i percorsi che possano costituire utile riferimento operativo per la progettazione e la realizzazione di corsi di formazione e di addestramento non solo rispettosi delle norme vigenti ma anche efficaci in termini prevenzionistici.

La tutela della salute e sicurezza dei lavoratori di ogni azienda, pubblica e privata, trova la sua regolamentazione nel decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, e successive modifiche e integrazioni, di seguito d.lgs. n. 81/2008, il quale riserva un ruolo essenziale in termini prevenzionistici alla formazione e all’addestramento dei lavoratori, sul presupposto che solo un lavoratore consapevole ed edotto dei rischi delle attività che svolge le può affrontare al meglio riducendo i rischi di subire infortuni o contrarre malattie professionali. 
 
Con specifico riferimento al settore dello spettacolo, il comma 2-bis dell’art. 88 del d.lgs. n. 81/2008, come modificato dalla l. n. 98/2013, di conversione del d.l. n. 69/2013, ha stabilito che le misure disposte dal titolo IV dello stesso decreto per la salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili si applicano agli spettacoli musicali, cinematografici e teatrali e alle manifestazioni fieristiche tenendo conto delle particolari esigenze connesse allo svolgimento delle relative attività, individuate con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro della salute, sentita la Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro. 
 
Tale decreto, pubblicato sulla G.U. n. 183 dell’8 agosto 2014, è il decreto interministeriale recante: “Disposizioni che si applicano agli spettacoli musicali, cinematografici e teatrali e alle manifestazioni fieristiche tenendo conto delle particolari esigenze connesse allo svolgimento delle relative attività” del 22 luglio 2014 (indicato nel seguito anche come “decreto palchi”), che ha esteso al comparto dell’organizzazione dei grandi eventi di spettacolo le disposizioni in materia di prevenzione previste dal titolo IV del d.lgs. n. 81/2008 per i cantieri temporanei o mobili. 
 
Il decreto contiene le misure per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori adibiti alle attività di montaggio e smontaggio di opere temporanee, compreso il loro allestimento e disallestimento con impianti audio, luci e scenotecnici, realizzate per spettacoli musicali, cinematografici e teatrali, nonché alle attività di approntamento e smantellamento di strutture allestitive, tendostrutture o opere temporanee per manifestazioni fieristiche.
Dimensione: (.pdf - 18 mb)
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Ott

A Mestre e Spinea corsi a novembre 2019 per lavoratori, RLS, addetti primo soccorso e antincendio, preposti, RSPP e dirigenti.

Ultimi posti rimasti per l'edizione di Novembre 2019 dei corsi di aggiornamento e formazione di MODI SRL a Mestre, Spinea e Venezia rivolti agli incaricati alla lotta antincendio, ai lavoratori, agli addetti al primo soccorso in aziende di gruppo A e B/C e ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS).
Oltre a partecipare in aula i lavoratori possono fare i corsi anche in internet. Sono attivi on-line 24 ore su 24 con accesso alla piattaforma per un mese a un costo più contenuto. Per provare gratis telefonare 0415412700.
Leggi le recensione dei nostri Clienti e di chi ha partecipato ai corsi organizzati in aula, azienda o online cliccando qui 
ANTICENDIO
L’allievo potrà fruire del corso recandosi in aula a Mestre sita in Via Volturno 4/e zona Carpenedo (uscita tangenziale Castellana indicazioni per il centro parcheggio sotterranei CONDOMINIO CAROSSA) nel giorno sotto indicato.
Per scaricare la scheda con la programmazione completa cliccare qui 
  • Corso per addetti antincendio a rischio basso che devono effettuare aggiornamento periodico: 18 novembre 2019 orario 14.00/16.00. Prezzo € 50,00 + IVA
  • Corso per addetti antincendio a rischio medio che devono effettuare aggiornamento periodico: 18 novembre 2019 orario 08.30/13.30. Prezzo € 100,00 + IVA
  • Formazione per  addetti antincendio a rischio basso della durata di 4 ore: 18 novembre 2019 orario 14.00/18.00. Prezzo € 80,00 + IVA
  • Formazione per  addetti antincendio a rischio medio della durata di 8 ore: 18 novembre 2019 orario 14.00/18.00 e 20 novembre 2019 orario 08.30/13.30. Prezzo € 150,00 + IVA
Per un incontro con un consulente esperto in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
18
Ott

A gennaio 2020 avvio corso di formazione e aggiornamento Lavoratori Sicurezza – modalità aula e online con tutor in linea

Per chi cerca dei corsi di formazione per la Sicurezza sul Lavoro da MODI SRL trova una vasta offerta formativa su misura per la tua azienda.
I Corsi di formazione  sono erogati da  personale specializzato con capacità ed esperienza.
Il nostro catalogo corsi comprende sia la formazione di base per tutte le figure della sicurezza, che quella avanzata come ad esempio l'utilizzo di attrezzature da lavoro "Patentini", lavori in quota e lavori in presenza di rischio elettrico, ambienti confinati, uso DPI di terza categoria ecc.
FORMAZIONE LAVORATORI GENERALE durata 4 ore –  € 80,00 + IVA
10 gennaio 2020 orario 14.00/18.00
FORMAZIONE LAVORATORI BASSO durata 4 ore –  € 160,00 + IVA
15 gennaio 2020 orario 14.00/18.00
FORMAZIONE LAVORATORI MEDIO durata 8 ore –  €150,00 + IVA
15 e 17 gennaio 2020 orario 14.00/18.00
FORMAZIONE LAVORATORI ALTO durata 12 ore – € 220,00 + IVA
15, 17 e 22 gennaio 2020 orario 14.00/18.00
AGGIORNAMENTO LAVORATORI durata 6 ore –  €109,90 + IVA
10 gennaio 2020 orario 14.00/18.00 e 15 gennaio 2020 orario 14.00/16.00.
MODI affianca i Clienti interessati all’ottenimento dei contributi per la formazione. Realizza i progetti formativi finanziati in linea con le priorità tematiche di Fondimpresa, come quelle riguardanti la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o gli adempimenti privacy secondo il nuovo Regolamento Europeo 2016/679.
Aiuta le aziende ad individuare le migliori opportunità sulla base delle esigenze, sfruttando al meglio le risorse economiche disponibili e gestendo la pratica dalla fase di richiesta fino alla rendicontazione e all’ottenimento dell’importo finanziato.   Per visionare le opinioni, i commenti e le recensioni lasciate in rete dai nostri allievi cliccare qui.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
18
Ott

Agevolazione prima casa, vale se si accorpano due appartamenti?

18/10/2019 – È possibile usufruire dell’agevolazioni prima casa sull’acquisto di due piccoli appartamenti adiacenti che saranno subito accorpati in un’unica unità immobiliare da adibire ad abitazione principale? Questa la domanda che un contribuente pone all’Agenzia delle Entrate. La risposta arriva tramite la posta di FiscoOggi. Accorpamento e agevolazioni prima casa L’Agenzia ha chiarito che per l’acquisto di due unità immobiliari contigue i benefici “prima casa” spettano per entrambe quando, dopo la fusione degli immobili, l’abitazione risultante possiede le caratteristiche catastali indicate dalla normativa, ovvero non deve appartenere alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9. Si può usufruire dell’agevolazione sia nel caso di acquisto contemporaneo delle unità immobiliari contigue sia nel caso in cui venga acquistata un’unità immobiliare confinante.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231