1 Normativa Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts tagged ‘Normativa’

21
Gen

Superbonus 110%, online il sito ufficiale

21/01/2021 - Dopo diversi mesi di attesa, è andato finalmente online il sito web del Governo dedicato al superbonus 110%.   Il portale si propone di fornire tutte le informazioni sui requisiti e sulle procedure per ottenere la detrazione. Il sito presenta il superbonus come uno strumento “fortemente voluto dal Sottosegretario Riccardo Fraccaro” e infatti una pagina è dedicata alla presentazione firmata da Fraccaro.   Il Superbonus 110% - ricorda il Governo - è una misura di incentivazione, introdotta dal Decreto Rilancio, che punta a rendere più efficienti e più sicure le proprie abitazioni. Il meccanismo del superbonus prevede la possibilità di effettuare i lavori a costo zero per tutti i cittadini.   Nel sito viene spiegato che il superbonus si applica in due tipologie di interventi: - il Super Ecobonus, che agevola i lavori di efficientamento energetico; - il Super Sismabonus, che incentiva quelli di adeguamento..
Continua a leggere su Edilportale.com

21
Gen

Superbonus 110%, vale per gli immobili non residenziali?

21/01/2021 – Gli interventi realizzati sugli edifici non residenziali, appartenenti a persone fisiche, possono usufruire del Superbonus? A questa domanda hanno risposto i tecnici del Governo in una Faq pubblicata sul sito ufficiale dedicato al Superbonus.   Superbonus e immobili non residenziali È stato chiesto ai tecnici del Governo “se rientrano nel Superbonus le spese sostenute in relazione a interventi realizzati su immobili non residenziali posseduti da persone fisiche”.   La risposta spiega che, tra i destinatari del Superbonus ci sono le persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arti e professioni. L’Agenzia delle Entrate, con la circolare 24/E/2020, ha spiegato che la locuzione “al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arti e professioni” significa che gli immobili non devono essere riconducibili ai beni relativi all’impresa o a quelli strumentali..
Continua a leggere su Edilportale.com

21
Gen

Superbonus 110%, anche gli incapienti possono beneficiarne

21/01/2021 - Il contribuente che dispone solo del reddito derivante dalla casa in cui vive può beneficiare del superbonus 110% attraverso l’opzione della cessione del credito oppure dello sconto in fattura.   Lo ha ribadito l’Agenzia delle Entrate rispondendo alla domanda di un cittadino che vive in un’abitazione di sua proprietà, in un condominio che intende realizzare un cappotto termico e fruire del superbonus 110%. “Essendo incapiente - chiede -, posso optare per la cessione del credito all’impresa?” La risposta dell’Agenzia è affermativa. Il contribuente che dispone solo del reddito derivante dall’unità immobiliare adibita ad abitazione principale - spiega - può beneficiare del superbonus, optando per la cessione del credito (di importo corrispondente alla detrazione spettante) o per un contributo sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto, fino a un importo massimo..
Continua a leggere su Edilportale.com

21
Gen

Piano Casa Toscana prorogato fino al 31 dicembre 2022

21/01/2021 – Il Piano Casa della Toscana guadagna due anni in più. La Legge Regionale 101/2020 ha prorogato la scadenza delle misure straordinarie al 31 dicembre 2022.   L’allungamento dei termini non è l’unica modifica introdotta. La norma amplia le categorie di edifici su cui poter effettuare gli interventi di ampliamento volumetrico o sostituzione edilizia con premio di cubatura. L’obiettivo, dichiarato nel preambolo della legge, è sostenere il settore, duramente gravato dalla crisi e dall’emergenza Coronavirus.   Piano Casa Toscana e edifici industriali nei centri abitati Gli edifici a destinazione industriale ed artigianale, situati all’interno dei centri abitati, potranno essere ampliati, ma anche demoliti e ricostruiti. In entrambi i casi sarà riconosciuto un ampliamento fino al 20% della superficie utile lorda esistente alla data del 25 agosto 2011 e legittimata da titolo abilitativo.   Piano..
Continua a leggere su Edilportale.com

20
Gen

Superbonus 110%, la riqualificazione globale non può essere un intervento trainato

20/01/2021 – Gli interventi di riqualificazione globale degli edifici devono essere considerati come lavori complessivi a sé stanti e, per queste caratteristiche, non possono essere considerati come interventi trainati dal Superbonus. La conclusione cui è arrivata l’Agenzia delle Entrate, con la risposta 43/2021, parte dal presupposto di non duplicare le agevolazioni per lo stesso intervento, ma può anche causare un po’ di confusione.   Superbonus 110%, lavori trainanti e trainati La normativa sul Superbonus riconosce la detrazione del 110% su una serie di interventi “trainanti”. Si tratta di lavori che ottengono sempre la detrazione maggiorata e sono la realizzazione del cappotto termico, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale in condominio, la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale nelle singole unità immobiliari e i lavori di messa in sicurezza antisismica.   Ci sono poi..
Continua a leggere su Edilportale.com

20
Gen

Abusi edilizi, la demolizione è sempre legittima anche dopo molti anni

20/01/2021 – Anche a distanza di molti anni, il Comune può ordinare la demolizione di un abuso edilizio senza dover dare alcuna spiegazione. Lo ha affermato il Consiglio di Stato con la sentenza 8501/2020.   Abusi edilizi, il caso I giudici si sono pronunciati sul ricorso contro il provvedimento di annullamento del permesso di costruire e la contestuale ingiunzione di demolizione delle opere abusive.   Sull’area, nel 1954 era stato apposto un vincolo paesistico. Il proprietario aveva quindi presentato richiesto il permesso di costruire e l’autorizzazione paesaggistica, ottenendole nel 1964. Dalle foto storiche era però emerso che i lavori erano iniziati già nel 1956.   Ulteriori indagini avevano anche accertato che il progetto assentito non prevedeva la costruzione del livello interrato.   Nel 2018 il Comune ha quindi annullato d’ufficio il permesso di costruire ed emesso contestualmente un ordine di demolizione,..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Gen

Prima casa, l’emergenza Covid-19 può far perdere le agevolazioni

19/01/2021 – Se, a causa dell’emergenza Coronavirus, si sforano i termini per l’ultimazione dei lavori, si perdono le agevolazioni sulla prima casa. Lo ha stabilito l’Agenzia delle Entrate con la risposta 39/2021.   Agevolazioni prima casa e termine dei lavori Il caso esaminato riguarda un contribuente che aveva ricevuto in donazione dal padre un immobile in corso di costruzione. L’atto era stato registrato ad ottobre 2017 e, per usufruire delle agevolazioni come prima casa, avrebbe dovuto dichiarare la conclusione dei lavori entro tre anni.   A causa dell’emergenza Covid-19 e della chiusura di molti cantieri, però, non è stato possibile rispettare la tempistica stabilita. Il contribuente si è quindi rivolto all’Agenzia delle Entrate per sapere se il suo caso rientrasse nella sospensione dei termini stabilita con l’articolo 24 del Decreto “Liquidità” (DL 23/2020 convertito nella Legge..
Continua a leggere su Edilportale.com

18
Gen

Bonus Mobili, come funziona in caso di accorpamento o divisione degli immobili

18/01/2021 – Se l’intervento di ristrutturazione comporta l’accorpamento o la suddivisione degli immobili, il tetto di spesa del bonus mobili deve essere riferito alle unità immobiliari censite in catasto all’inizio dei lavori e non a quelle risultanti alla fine dei lavori.   Lo spiega l’Agenzia delle Entrate, che nella nuova guida sul Bonus Mobili 2021, oltre a fornire una panoramica sul funzionamento della detrazione, fornisce una serie di risposte ai dubbi pratici più frequenti.   Bonus Mobili nel 2021 La Legge di Bilancio per il 2021 (L.178/2020) ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati all’arredo della casa ristrutturata.   La detrazione del 50% va calcolata su una spesa massima di 16mila euro, a prescindere dall’importo speso per i lavori di ristrutturazione.   L’agevolazione..
Continua a leggere su Edilportale.com

18
Gen

Procedura negoziata senza bando, le imprese possono chiedere di partecipare

18/01/2021 – La procedura negoziata semplificata deve essere controbilanciata da una maggiore trasparenza. È quanto emerge da un parere che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha reso ad Anas e RFI per il corretto utilizzo delle procedure più snelle introdotte dal Decreto Semplificazioni.   Appalti e Decreto Semplificazioni Il Decreto Semplificazioni (DL 76/2020) ha introdotto una serie di misure per favorire il rilancio dopo la crisi economica causata dall’emergenza Covid-19. Tra queste, la possibilità di ricorrere all’affidamento diretto per gli appalti di lavori fino a 150mila euro, le procedure di gara senza bando fino al raggiungimento delle soglie comunitarie e la procedura negoziata senza bando per gli affidamenti sopra soglia comunitaria, ma solo in caso di estrema urgenza o per contenere la crisi.   Per ragioni di trasparenza, le Stazioni Appaltanti che intendono utilizzare la procedura negoziata senza bando..
Continua a leggere su Edilportale.com

15
Gen

Subappalto con tetto al 40% e manutenzioni su progetto definitivo, tutto resta com’è

15/01/2020 – Il tetto del subappalto resta fermo al 40% per i prossimi sei mesi. Ci sarà la possibilità di affidare le manutenzioni sulla base del progetto definitivo anziché su quello esecutivo. Sono alcune delle novità contenute nel Milleproroghe (DL 183/2020), che ha iniziato il suo iter parlamentare per la conversione in legge, ottenendo il parere favorevole delle Commissioni Ambiente e Lavori Pubblici della Camera.   Queste le principali misure per il settore   Subappalto, il tetto resta al 40% Fino al 30 giugno 2021 resterà invariato al 40% il tetto al subappalto, che dovrà essere consentito nel bando di gara dalle Stazioni Appaltanti. Fino al 31 dicembre 2021, inoltre, saranno sospesi l’obbligo di indicare la terna dei subappaltatori in sede di offerta e le verifiche in sede di gara sul subappaltatore.   La materia dei contratti pubblici sarà oggetto di una revisione organica. La normativa italiana..
Continua a leggere su Edilportale.com