Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

15 ottobre 2014

Terre da scavo, le Regioni non possono semplificare il riutilizzo

15/10/2014 – La gestione delle terre e rocce da scavo è una materia statale e le Regioni non possono introdurre semplificazioni normative. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale, che con la sentenza 232/2014 ha dichiarato illegittima la Delibera 179/2013 del Veneto.   La delibera del Veneto aveva previsto una serie di semplificazioni per i piccoli cantieri, dai quali venivano estratte terre e rocce in quantità inferiori a 6 mila metri cubi.   Secondo il legislatore regionale, le procedure previste dal DM 161/2012 sull’utilizzo delle terre e rocce da scavo erano troppo complicate e non idonee per le attività dei piccoli cantieri, per i quali gli addetti ai lavori avevano già chiesto iter più snelli.   La norma regionale è stata però impugnata perché avrebbe invaso l’esclusiva competenza dello Stato in materia di tutela dell'ambiente e dell'ecosistema.   Come già affermato..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria