Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

18 febbraio 2015

Terre da scavo, se contaminate sono rifiuti

18/02/2015 – Le terre da scavo sono considerate rifiuti solo se non sono contaminate con sostanze pericolose. Lo ha ribadito il Tar Lombardia, che con la sentenza 132/2015 ha chiarito la differenza tra contaminazione e pericolosità.   Nel caso preso in esame, i cittadini avevano chiesto che non fosse rinnovata la possibilità di depositare nella vicina discarica gli inerti provenienti dall’attività estrattiva di una cava della zona.   Il ricorso è stato respinto dal momento che il deposito in discarica è consentito a patto che i materiali inerti provenienti dallo scavo e dalle demolizioni non siano pericolosi. Ciò significa che la soglia di contaminazione non deve superare determinati livelli previsti dal Dlgs 4/2008.   Ai sensi della stessa normativa, se i materiali invece non sono contaminati possono essere utilizzati in altri processi produttivi. Ciò significa che escono dalla classificazione di rifiuto..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria Senza categoria