Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

27 gennaio 2016

Utilizzo bombole per gas medicinali e tecnici gestione in sicurezza

Scarica due manuali di gestione e procedure da adottare

Utilizzo bombole per gas medicinali e tecnici gestione in sicurezza

Utilizzo bombole per gas medicinali e tecnici gestione in sicurezzaPubblichiamo un documento del Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna 2015 sull'utilizzo delle bombole per gas medicinali e tecniche. Nel documento successivo prendiamo in considerazione un manuale per la sicurezza nell’utilizzo di gas compressi.

Oggetto e scopo

  • Ridurre le probabilità d'incidenti e danni a persone e cose durante l'utilizzo di gas compressi contenuti in bombole.
  • Fornire eventualmente indicazioni operative sulla gestione delle bombole contenenti  gas compressi.
  • Assicurare che le attività siano svolte secondo quanto definito.

Campo e luogo di applicazione

La procedura in oggetto si applica durante l'utilizzo di bombole contenenti gas medicinali e tecnici compressi in tutti i luoghi di pertinenza dell'azienda ospedaliero universitaria di bologna - policlinico S. Orsola-Malpighi.

La responsabilità relativa all'applicazione della presente procedura di sicurezza è compito di tutti i destinatari, ciascuno per le proprie competenze, mentre la responsabilità relativa alla vigilanza sull'applicazione è compito dei preposti. È fatto obbligo, a qualsiasi destinatario della presente procedura, attenersi scrupolosamente a quanto indicato, consultando eventualmente il preposto o il servizio di prevenzione protezione aziendale qualora le indicazioni di sicurezza non possano essere applicate per problemi particolari o sono ritenute insufficienti.

La responsabilità dell'aggiornamento della presente procedura è a carico del servizio di prevenzione e protezione aziendale.

Riferimenti normativi

Uni EN ISO 9000 - sistemi di gestione per la qualità - fondamenti e terminologia

D.lgs. 81/08 (testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro) e successive modifiche

Uni EN 1089/ 3 - bombole trasportabili per gas - identificazione della bombola (escluso gpl) - parte 3: codificazione del colore

D.m. 7/1/99 - codificazione del colore per l' identificazione delle bombole per gas trasportabili o.m.12/09/1925- approvazione del regolamento per le prove e le verifiche dei recipienti destinati al trasporto per ferrovia dei gas compressi, liquefatti o disciolti.

Nel manuale per la sicurezza nell’utilizzo di gas compressi si parte con l'identificazione dei gas.

I gas possono essere suddivisi in tre categorie:

  • Gas comburenti: (es. Aria, ossigeno, protossido di azoto) sono gas che facilitano e attivano la combustione delle sostanze combustibili.
  • Gas combustibili: (es. Idrogeno, acetilene, ecc..) Sono gas che bruciano in presenza di aria (o ossigeno) se miscelate in certe proporzioni.
  • Gas inerti: (azoto, elio, anidride carbonica, ecc..) Sono gas che non bruciano e non consentono la combustione.

Ai fini della sicurezza è essenziale l’identificazione certa del gas e tal proposito due sono i parametri principali per l’identificazione:

1. Punzonatura del nome commerciale sull’ogiva della bombola (per le miscele alla punzonatura miscela si deve accompagnare la composizione),

2. Colore dell’ogiva

Con decreto ministeriale del 7 gennaio 1999 il ministero dei trasporti, ravvisando l'opportunità di uniformare le colorazioni distintive delle bombole nei paesi ce, ha disposto l'applicazione della norma UNI EN 1089-3 che prevede un sistema di identificazione delle bombole con codici di colore delle ogive diverso da quello precedentemente usato in italia. Il nuovo sistema di identificazione è divenuto obbligatorio il 10 agosto 1999 per le bombole nuove ma fino al 30 giugno del 2006 il vecchio sistema di colorazione potrà essere ancora utilizzato per le bombole già in circolazione alla data di entrata in vigore del suddetto decreto. L’eventuale modifica del colore secondo la nuova normativa è segnalato attraverso l’apposizione della lettera maiuscola "n" riportata in 2 posizioni diametralmente opposte sull'ogiva. Si ricorda che la codifica dei colori riguarda solo l'ogiva delle bombole, in generale il corpo della bombola può essere dipinto di qualsiasi colore che non comporti il pericolo di erronee interpretazioni.

Nel documento vengono evidenziati i rischi per l'uso di bombole di gas, le procedure di sicurezza, la movimentazione delle bombole, l'utilizzazione (uso) delle bombole, lo stoccaggio e deposito delle bombole, le verifiche periodiche delle bombole, le regole di comportamento per il lavoratore.

Scarica due manuali di gestione e procedure da adottareUtilizzo delle bombole per gas medicinali e tecniche

Utilizzo bombole per gas medicinali e tecnici gestione in sicurezzaManuale per la sicurezza nell’utilizzo di gas compressi

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231