Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

17 aprile 2016

Vademecum per l’autista di autobetoniera

I comportamenti corretti

Vademecum per l’autista di autobetoniera

La pubblicazione è frutto della collaborazione tra Inail (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) e Atecap (Associazione tecnicoeconomica del calcestruzzo preconfezionato), con la condivisione delle Organizzazioni sindacali di settore Feneal-uil, Filca-cisl, Fillea-cgilRealizzato da INAIL Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione (Contarp) Consulenza Tecnica per l’edilizia (CTE) Dipartimento Innovazioni Tecnologiche e Sicurezza degli Impianti, Prodotti e Insediamenti Antropici (DIT) Direzione Centrale Prevenzione ATECAP Associazione Tecnico-Economica del Calcestruzzo Preconfezionato

La pubblicazione è frutto della collaborazione tra Inail (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) e Atecap (Associazione tecnicoeconomica del calcestruzzo preconfezionato), con la condivisione delle Organizzazioni sindacali di settore Feneal-uil, Filca-cisl, Fillea-cgil. Il Vademecum è rivolto alle imprese del Settore e si prefigge l’obiettivo di divulgare la cultura della sicurezza tra i lavoratori del settore e di migliorare le condizioni di lavoro attraverso lo sviluppo di buone pratiche e la diffusione della conoscenza. Il Vademecum è uno dei quattro prodotti realizzati nell’ambito delle attività relative all’Accordo quadro di collaborazione che le Parti hanno sottoscritto a dicembre 2013 ed è dedicato in particolare all’autista di autobetoniera e ai comportamenti corretti da attuare per evitare i rischi nei diversi luoghi di lavoro che quotidianamente frequenta. Le informazioni riportate nella pubblicazione sono fruibili e immediatamente comprensibili al maggior numero di persone, grazie alla tecnica della rappresentazione dei colori del semaforo. I comportamenti corretti sono evidenziati in verde, mentre i rischi che si evitano attuando il comportamento indicato sono evidenziati in rosso. Il comportamento da tenere è stato descritto come un’azione e sono state evitate espressioni che descrivono azioni “da non compiere” (es.: non fumare) e stati d’animo (es.: stai attento a).

Le azioni da compiere per evitare il concretizzarsi di un rischio sono le medesime se lo stesso rischio si verifica in differenti fasi di lavoro. Un esempio è la salita e la discesa dalla cabina di guida che, in ogni ciclo di lavoro, avviene molteplici volte. Non a caso questa azione è una delle cause di infortunio più ricorrenti per gli autisti di questa tipologia di automezzi. Inoltre, una medesima azione può tutelare il lavoratore da differenti rischi. Un esempio è il carico dell’autobetoniera in centrale di betonaggio: mantenersi a distanza dal punto di carico previene l’esposizione a polveri e a rumore. Per evitare inutili ripetizioni, l’autista di autobetoniera può consultare questo capitolo per i rischi trasversali, ossia presenti in numerose fasi di lavoro.

  • Definizioni
  • I DPI per fase di lavoro
  • I comportamenti generali corretti
  • I comportamenti corretti per fase di lavoro
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231