Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

20 marzo 2015

Varianti in corso d’opera, cosa va comunicato all’ANAC

20/03/2015 – Comunicare con chiarezza le cause delle varianti in corso d’opera. È l’obiettivo dell’ultimo comunicato dell’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) che mette a disposizione delle Stazioni Appaltanti un modello unico di trasmissione.   L’Authority spiega in primo luogo che spettano al Responsabile del procedimento (RUP) l’invio della documentazione e le indagini sulle cause che hanno portato a rendere necessaria la variante. La comunicazione non solleva RUP, direttore dei lavori, operatore economico e Stazione Appaltante dalle loro responsabilità, né implica automaticamente il via libera da parte dell’ANAC.   Le comunicazioni vanno trasmesse se l’importo dell’appalto a base di gara è superiore alla soglia comunitaria (5.186.000 euro) o se la variante è superiore al 10 % dell’importo del contratto originario.   Le informazioni devono essere inviate..
Continua a leggere su Edilportale.com

Leggi altri articoli della categoria LAVORI PUBBLICI