1 marra@edilportale.com (Alessandra Marra) - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts by marra@edilportale.com (Alessandra Marra)

21
Giu

Come realizzare una Spa in casa

21/06/2018 – Con la vita lavorativa sempre più frenetica cresce la voglia e la necessità di momenti di relax. Per ritagliarsi momenti wellness, sempre più persone si concedono i piaceri di una Spa, non solo in centri benessere o alberghi ma anche nella propria abitazione.     Oggi, infatti, è possibile trasformare il bagno di casa in un angolo relax attraverso l’installazione di una vasca idromassaggio e di una doccia emozionale. Alcuni, inoltre, realizzano una minipiscina con idromassaggio sul terrazzo oppure un percorso benessere, con sauna e bagno turco, nel seminterrato.   Centro benessere domestico: cosa valutare La prima cosa da fare per creare un centro benessere in casa è la valutazione degli spazi; per realizzare una Spa in bagno è necessario avere uno spazio abbastanza grande, in alternativa sarà necessario predisporre un locale ad hoc.   Come nei centri benessere, una Spa domestica può..
Continua a leggere su Edilportale.com

19
Giu

Professionisti e partite Iva, possibile Flat Tax già ad agosto

19/06/2018 – Già per quest’agosto professionisti, partite Iva e piccole e medie imprese potrebbero usufruire della flat tax al 15%. Ad anticiparlo il viceministro all'Economia, Massimo Garavaglia nel corso di un’intervista su SkyTg24. Flat tax 15%: entro agosto per partite Iva e PMI Massimo Garavaglia ha dichiarato che la Flat Tax sarà attuata in tre step: uno nel breve periodo (entro l’estate), una nel medio periodo (nella prossima Legge di Bilancio) e una nel lungo periodo. Sul fronte delle partite Iva Garavaglia non è stato specifico ma ha anticipato che si augura di poter “allargare le misure che già esistono” ad una platea maggiore già per agosto 2018. Non è ancora chiaro, quinidi, cosa cambierà per i professionisti che attualmente godono del regime forfettario con un aliquota al 15% per redditi fino a 30 mila euro. Sembra, infatti, che si tratti di un allargamento.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
19
Giu

Moduli unici per l’edilizia, in Gazzetta la versione digitale per l’interoperabilità

19/06/2018 – E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'Accordo 22 febbraio 2018 con cui è stato adottato l'allegato tecnico in formato XML relativo alla modulistica unificata e standardizzata per l’edilizia. Il provvedimento, ad integrazione degli Accordi del 4 maggio e del 6 luglio 2017 consente l'interoperabilità e lo scambio dei dati tra le amministrazioni. Moduli unici per l’edilizia: formati per l'interoperabilità L’allegato tecnico, infatti, contiene gli schemi dati XML relativi ai moduli per le attività edilizia già operativi: la comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA), la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) alternativa al permesso di costruire, la comunicazione di inizio lavori (CIL) per opere dirette a soddisfare obiettive esigenze contingenti e temporanee, la comunicazione di fine lavori,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Giu

Bonus ristrutturazione, ecco quando spetta per ‘demolizione e ricostruzione’

18/06/2018 – È possibile fruire del bonus ristrutturazione del 50% nell’ipotesi di ristrutturazione con demolizione e ricostruzione se si mantiene la stessa volumetria dell’edificio preesistente e si tratta di fedele ricostruzione. A ricordarlo l’Agenzia delle Entrate nella Circolare 7/E del 2018. Bonus ristrutturazione nei casi di ‘demolizione e ricostruzione’ L’Agenzia ha chiarito che con gli interventi di ristrutturazione edilizia è possibile aumentare la superficie utile, ma non il volume preesistente. Nell’ipotesi di ristrutturazione con demolizione e ricostruzione, infatti, la detrazione compete solo in caso di fedele ricostruzione, nel rispetto della volumetria dell’edificio preesistente (fatte salve le sole innovazioni necessarie per l’adeguamento alla normativa antisismica). La detrazione è ammessa anche se l’intervento di ristrutturazione edilizia.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
15
Giu

Smart road, MIT: si parte con Torino

15/06/2018 – Prima di diffondersi su scala nazionale, la sperimentazione delle “smart road” partirà dalla città di Torino che è già al lavoro per attivare sistemi per la comunicazione veicolo-infrastruttura e per il monitoraggio del traffico. Ad annunciarlo il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli che ha avviato una partnership tra il Mit e la città di Torino. Smart road: Torino apripista A seguito dell’entrata in vigore del DM 28 febbraio 2018, che stabilisce i requisiti funzionali per le strade candidate a trasformarsi in “Smart road” e le condizioni per la sperimentazione dei veicoli a guida autonoma, il Comune di Torino, insieme ad un gruppo di partner industriali e tecnologici, ha progettato l’avvio di un percorso di sperimentazione in alcune aree della città. In particolare, il Comune, dotato di una rete stradale connessa in fibra ottica, intende.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
15
Giu

Smart road, Ministro delle Infrastrutture Toninelli: ‘si parte con Torino’

15/06/2018 – Prima di diffondersi su scala nazionale, la sperimentazione delle “smart road” partirà dalla città di Torino che è già al lavoro per attivare sistemi per la comunicazione veicolo-infrastruttura e per il monitoraggio del traffico. Ad annunciarlo il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli che ha avviato una partnership tra il Mit e la città di Torino. Smart road: Torino apripista A seguito dell’entrata in vigore del DM 28 febbraio 2018, che stabilisce i requisiti funzionali per le strade candidate a trasformarsi in “Smart road” e le condizioni per la sperimentazione dei veicoli a guida autonoma, il Comune di Torino, insieme ad un gruppo di partner industriali e tecnologici, ha progettato l’avvio di un percorso di sperimentazione in alcune aree della città. In particolare, il Comune, dotato di una rete stradale connessa in fibra ottica, intende.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
14
Giu

Sicurezza sul lavoro: oggi il click day per il Bando Isi 2017

14/06/2018 – Dalle ore 16:00 alle ore 16:30 di oggi le imprese potranno inviare la domanda di ammissione al bando Isi Inail 2017 con cui l'Inail mette a disposizione 249 milioni di euro di incentivi a fondo perduto per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro. Bando Isi 2017: il click day Dal 7 giugno scorso le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista e salvato definitivamente la propria domanda, hanno effettuato il download del proprio codice identificativo che le identifica in maniera univoca. Nel click day di mezz’ora previsto oggi, le aziende potranno inviare la domanda di ammissione al contributo attraverso lo sportello informatico utilizzando il codice identificativo attribuito alla propria domanda, ottenuto mediante la procedura di download. Bando ISI 2017: cosa prevede Ricordiamo che il bando si rivolge alle imprese, anche individuali,.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
14
Giu

Rigenerazione urbana, la Lombardia punta sulle aree dismesse

14/06/2018 – Censire e monitorare le aree dismesse del territorio lombardo con l’obiettivo di prevederne il recupero e la bonifica attraverso nuovi strumenti normativi. Questi gli aspetti principali della Delibera, approvata dalla Giunta regionale della Lombardia, che punta al totale azzeramento del consumo di suolo grazie ad azioni tese a rendere più conveniente e più facile il recupero di aree dismesse e la ristrutturazione e il recupero di vecchi edifici. Recupero aree dismesse: cosa prevede la delibera La delibera approvata prevede un sistema di rilevamento e monitoraggio delle "aree della rigenerazione", cioè le "aree dismesse, da bonificare, degradate, inutilizzate e sottoutilizzate", mettendo a disposizione dei Comuni un sistema online per la raccolta delle informazioni e per il loro continuo aggiornamento. Tali informazioni serviranno anche ai Comuni stessi per predisporre le Carte del consumo.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
14
Giu

Finestre per l’uscita tetto: requisiti, prodotti a norma e vantaggi

14/06/2018 – Per eseguire in sicurezza la manutenzione del tetto bisogna rispettare norme nazionali e regionali che individuano adeguate misure di prevenzione e protezione per questa tipologia di lavori. Secondo l’Inail la principale causa di infortunio grave o mortale nel settore delle costruzioni è, infatti, rappresentata da cadute dall’alto nel corso di lavori in quota; la maggior parte di esse si verificano durante l’attività lavorativa svolta sulle coperture, sia in fase di nuova edificazione sia durante attività di manutenzione. Per questa ragione le normative definiscono le istruzioni tecniche per l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza. In più, l'inserimento di un accesso al tetto, se ben integrato nelle scelte tecniche e compositive, è un vantaggio sotto il profilo della luminosità e della ventilazione naturale perché permette di sfruttare.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
13
Giu

Bonus mobili, con quali interventi si può ottenere?

13/06/2018 – Gli interventi che permettono di ottenere il bonus arredi non sono tutti quelli che usufruiscono del bonus ristrutturazione ma solo quelli che presuppongono una ristrutturazione. Bonus mobili: quando si può chiedere La detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici spetta per l’arredo di singole unità immobiliari o parti comuni di condomini; nel primo caso solo in relazione a lavori di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia mentre nel caso di parti comuni di edifici spetta anche per interventi di manutenzione ordinaria. Per avere l’agevolazione è indispensabile, quindi, realizzare una ristrutturazione edilizia e usufruire del bonus ristrutturazione. E’ possibile accedere al bonus anche per gli interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231