CONSULENZA AZIENDALE
Giovedì 18 Aprile 2024




Consulenza per ottenimento del Certificato UNI Pdr 125:2022 – Sistema di Gestione per la Parità di Genere

La Certificazione UNI PdR 125:2022 per la Parità di Genere è un programma di certificazione volontaria. Le organizzazioni che desiderano ottenere la certificazione devono dimostrare di aver implementato un sistema di gestione per la parità di genere che soddisfi i requisiti della prassi di riferimento UNI/PdR 125:2022.

I requisiti della prassi di riferimento UNI/PdR 125:2022 riguardano i seguenti ambiti:

  • cultura e strategia:
  • governance;
  • processi HR;
  • opportunità di crescita ed inclusione delle donne in azienda;
  • equità remunerativa per genere;
  • tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro.

Affinché le azioni “di parità di genere” siano efficaci, la Prassi di Riferimento definisce una serie di indicatori percorribili, pertinenti e confrontabili e in grado di guidare il cambiamento e di rappresentare il continuo miglioramento.

La nostra metodologia si sviluppa sull’uso della prassi di riferimento sul sistema di gestione per la parità di genere che prevede l’adozione di specifici KPI (Key Performance Indicator – Indicatori chiave di prestazione) inerenti alle Politiche di parità di genere nelle organizzazioni.

La Prassi prevede l’adozione di specifici indicatori chiave di prestazione inerenti alle Politiche di parità di genere con l’obiettivo di avviare un percorso sistemico di cambiamento culturale nelle organizzazioni al fine di raggiungere una più equa parità di genere, superando la visione stereotipata dei ruoli, attivando i talenti femminili per stimolare la crescita economica e sociale del Paese agendo sui seguenti driver:

  • rispetto dei principi costituzionali di parità e uguaglianza;
  • adozione di politiche e misure per favorire l’occupazione femminile – specie quella delle giovani donne e quella qualificata – e le imprese femminili, anche con incentivi per l’accesso al credito e al mercato ed agevolazioni fiscali;
  • adozione di misure che favoriscano l’effettiva parità tra uomini e donne nel mondo del lavoro, tra cui: pari opportunità nell’accesso al lavoro, parità reddituale, pari accesso alle opportunità di carriera e di formazione, piena attuazione del congedo di paternità in linea con le migliori pratiche europee;
  • promozione di politiche di welfare a sostegno del “lavoro silenzioso” di chi si dedica alla cura della famiglia, nel rispetto dell’art. 3.1 della Costituzione (uguaglianza formale);
  • adozione di misure specifiche a favore delle pari opportunità, in linea con quanto stabilito dall’art. 3.2 della Costituzione (uguaglianza sostanziale);
  • integrazione del principio dell’equità di genere nella normativa nazionale affinché la sua adozione volontaria diventi riferimento qualora fosse richiesto alle organizzazioni pubbliche e private di ogni settore e dimensione di certificare la sostenibilità e l’adozione di politiche di genere, giustificata a ragione di specifiche esigenze e finalità produttive, in contesti quali, ad esempio, gare di appalto, rilascio di contributi pubblici oppure da un sistema di premialità allineato ai principi di libero mercato.

Chiamando il  numero verde 800300333  è possibile richiedere un check-up iniziale per valutare la fattibilità dell’ottenimento della certificazione UNI PdR 125:2022 e l’adozione del Sistema di Gestione per la Parità di Genere.

In sede di incontro verranno rilevate e valutate le caratteristiche relative all’organizzazione e raccolti elementi utili per una proposta di consulenza. I consulenti MODI Srl sono sempre disponibili alla mail modi@modiq.it o nella chat presente nel sito www.modiq.it