1 Ambiente Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Ambiente’ Category

21
Ago

Rifiuti speciali, il 41% arriva da costruzioni e demolizioni

21/08/2019 - Ancora in aumento la produzione nazionale dei rifiuti speciali che, nel 2017, sfiora i 140 milioni di tonnellate (quasi il 3% in più rispetto al 2016). Cresce solo la produzione di rifiuti non pericolosi (+3,1%), mentre rimane stabile quella di rifiuti pericolosi (+0,6%, corrispondente a 60 mila tonnellate).   I rifiuti complessivamente gestiti aumentano del 4% e l’Italia si conferma leader nel riciclo segnando un +7,7% delle quantità avviate a recupero di materia ed una diminuzione dell’8,4% di quelle destinate allo smaltimento. Nel 2017 i rifiuti importati (oltre 6 milioni di tonnellate) sono il doppio di quelli esportati (3 milioni di tonnellate).   La quantità maggiore arriva dalla Germania, quasi 2 milioni di tonnellate (dei quali il 96% rifiuti metallici) seguiti da quelli provenienti dalla Svizzera, oltre 1 milione di tonnellate, dalla Francia, 824 mila tonnellate e dall’Austria, 733 mila tonnellate.   I rifiuti..
Continua a leggere su Edilportale.com

16
Ago

Reati contro l’ambiente, nel 2018 più di 77 illeciti al giorno

16/08/2019 – Le infrazioni alla normativa ambientale accertate nell’intero 2018 sono state 28.137, più di 77 al giorno, più di 3,2 ogni ora; il numero dei sequestri ha superato quota 10.000 e le contestazioni da parte delle forze dell’ordine salgono a 1.108, più di tre al giorno, con un incremento rispetto all’anno precedente pari a +129. Questi alcuni dati contenuti all’interno del Rapporto Ecomafia 2019 realizzato da Legambiente in collaborazione con tutte le Forze dell’ordine, con le Capitanerie di porto e con altri organi di polizia giudiziaria come le Agenzie delle dogane e dei monopoli. Reati contro l’ambiente: i numeri del rapporto Nel 2018 cala, seppur di poco, il bilancio complessivo dei reati contro l’ambiente che passa dagli oltre 30mila illeciti registrati nel 2017 ai 28.137 reati (più di 3,2 ogni ora) accertati lo scorso anno, soprattutto a causa della netta flessione, fortunatamente,.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
30
Lug

Legambiente: ‘cambiamenti climatici ed erosione costiera i nemici da combattere’

30/07/2019 - Qual è lo stato di salute ambientale e turistico delle coste italiane e il diritto di accesso alla spiaggia libera? A questa domanda risponde il Rapporto ‘Spiagge 2019’ di Legambiente che fotografa la situazione complessa e variegata dei 3.346 km di coste sabbiose italiane.   “Un Paese - spiegano gli ambientalisti - dove le spiagge libere sono spesso un miraggio, quelle presenti sono il più delle volte di serie B e poste vicino a foci dei fiumi, fossi o fognature dove la balneazione è vietata. A ciò va aggiunto l’impatto che ormai i cambiamenti climatici, l’erosione e il cemento selvaggio stanno avendo sulle coste ridisegnandole, il problema dell’inquinamento, l’accessibilità negata e quello delle concessioni senza controlli”.   “Dall’altra parte, però, in questi anni lungo il nostro litorale si è registrato un grande fermento green che punta, in maniera..
Continua a leggere su Edilportale.com

24
Lug

Infrastrutture idriche, via al Fondo di garanzia per potenziarle

24/07/2019 – Diventa operativo il Fondo di garanzia dello Stato per gli investimenti sulle infrastrutture idriche. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il dpcm 30 maggio 2019, che dà attuazione al Collegato Ambientale alla Legge di Stabilità per il 2014 (Legge 221/2015). Il provvedimento, spiega in una nota il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) “sarà determinante per la realizzazione delle opere necessarie a contrastare i frequenti fenomeni di siccità che interessano vaste aree del territorio nazionale”. Fondo infrastrutture idriche, gli interventi supportati Lo specifico fondo di garanzia istituito presso l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (Arera) supporterà, oltre agli investimenti per le infrastrutture del servizio idrico integrato, come le reti acquedottistiche o gli impianti fognari e di depurazione, anche quelli riguardanti le dighe, con priorità.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
22
Lug

Conventi, caserme, fari: sogni di viverci? Ora puoi

22/07/2019 – Ex case cantoniere, vecchi conventi e caserme dismesse. Sono gli immobili pubblici su cui è calato il silenzio. Edifici in stato di abbandono, spesso antichi e di valore storico, oggi possono tornare a nuova vita con il piano di dismissioni, da 1,2 miliardi di euro, bandito dall’Agenzia del Demanio. In tutto sono 93 gli immobili in vendita. Ecco una breve carrellata. Ex Casa Cantoniera Vescia, Foligno - Perugia L’edificio risale agli anni 1930, quando fu realizzata la S.S. Flaminia, ed è composto da due unità immobiliari. Foto: Agenzia del Demanio Ex Casello Anas, Scoppito L’Aquila L’edificio a due piani è stato realizzato negli anni Cinquanta. Sorge vicino alla linea ferroviaria L’Aquila-Terni. Foto: Agenzia del Demanio Ex Caserma Bronzetti, Caserta Questo edificio storico ha 6 corti interne e si trova in una zona di raccordo tra il centro storico e le aree di nuova espansione a.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
22
Lug

Conventi, caserme, fari: sogni di viverci? Ora puoi

22/07/2019 – Ex case cantoniere, vecchi conventi e caserme dismesse. Sono gli immobili pubblici su cui è calato il silenzio. Edifici in stato di abbandono, spesso antichi e di valore storico, oggi possono tornare a nuova vita con il piano di dismissioni, da 1,2 miliardi di euro, bandito dall’Agenzia del Demanio. In tutto sono 93 gli immobili in vendita. Ecco una breve carrellata. Ex Casa Cantoniera Vescia, Foligno - Perugia L’edificio risale agli anni 1930, quando fu realizzata la S.S. Flaminia, ed è composto da due unità immobiliari. Foto: Agenzia del Demanio Ex Casello Anas, Scoppito L’Aquila L’edificio a due piani è stato realizzato negli anni Cinquanta. Sorge vicino alla linea ferroviaria L’Aquila-Terni. Foto: Agenzia del Demanio Ex Caserma Bronzetti, Caserta Questo edificio storico ha 6 corti interne e si trova in una zona di raccordo tra il centro storico e le aree di nuova espansione a.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
18
Lug

Immobili pubblici, via al piano di dismissioni da 1,2 miliardi di euro

18/07/2019 – In partenza il piano di cessione degli immobili pubblici che porterà sul mercato 420 immobili e terreni non utilizzati per finalità istituzionali. È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 28 giugno 2019 che contribuisce a definire il perimetro e le modalità di azione del piano triennale di dismissioni (2019-2021) previsto dalla Legge di Bilancio 2019. Cessione immobili pubblici: gli obiettivi del Governo Secondo il Governo il piano avrà effetti positivi sulla finanza pubblica come l’abbattimento diretto del debito dello Stato e il miglioramento del debito degli enti locali. Gli immobili ricompresi nel piano di cessione, infatti, hanno un valore stimato di circa 1,2 miliardi di euro; l’obiettivo è conseguire introiti per 950 milioni di euro nel 2019 e per 150 milioni di euro nel 2020 e nel 2021. Inoltre, cambiando la proprietà e la destinazione d’uso.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Lug

L’acqua come elemento strutturante del progetto di rigenerazione urbana

08/07/2019 - “Quanto più fedelmente l’uomo riesce a riprodurre l’ambiente naturale in un suo progetto, tanto maggiore sarà la salute dell’ambiente nella sua totalità” (John Lyle) L’osservazione della natura e dei suoi processi funzionali può essere la risposta alla sfida sempre più incombente dell’adattamento climatico? In questo articolo si propongono dei casi studio, alcuni ancora allo stadio progettuale altri già realizzati, in cui i progettisti, chiamati ad affrontare il tema della rigenerazione urbana strettamente legato al problema della gestione delle acque e all’adattamento ai cambiamenti climatici, hanno ribaltato queste debolezze in punti di forza utilizzando la risorsa acqua come elemento strutturante dell’intero iter progettuale. La progettazione in ambiti fortemente antropizzati, come le città, richiede oggi un approccio sempre più integrato e multidisciplinare... Continua a leggere su Edilportale.com     MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
4
Lug

Gestione sostenibile del suolo, al via Landsupport

04/07/2019 - È stato presentato ieri in conferenza stampa a Bruxelles il primo step operativo di LANDSUPPORT, un percorso di ricerca per supportare i decisori nella gestione equilibrata della risorsa costituita dal suolo. LANDSUPPORT nasce e si sviluppa nel nostro Paese, all’Università Federico II di Napoli. Lo strumento presentato oggi si chiama Land Take Tool, è nella fase prototipale ed è già pienamente funzionante entro i confini amministrativi dell’Unione europea. Costituisce uno dei quindici “tool” di cui si avvarrà a regime LANDSUPPORT, ed è quindi di fatto la prima tessera di un mosaico che si inizia a comporre. LANDSUPPORT è finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito del programma Horizon 2020, e continuerà a essere implementato (il percorso è stato lanciato lo scorso anno) nei prossimi tre anni, grazie al coinvolgimento di 19 partner, tra cui figurano.. Continua a leggere su Edilportale.com   MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
1
Lug

Come far rivivere vecchie architetture e spazi dimenticati

01/07/2019 – Riqualificare gli spazi urbani facendo rivivere luoghi antichi che possono diventare protagonisti della vita quotidiana. Alcune testimonianze arrivano dai progetti vincitori del “City Brand&Tourism Landscape Award", promosso dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (Cnappc) e da Paysage, con il patrocinio della Triennale di Milano. Ecco alcuni dei progetti vincitori. Parco delle Mura Urbiche di Lecce Il primo premio per la categoria City Landscape, dedicata alla riqualificazione paesaggistica degli spazi urbani, è stato assegnato al Parco delle Mura Urbiche di Lecce presentato, per il Comune di Lecce, da Patrizia Erroi. Orto Botanico del Polo Universitario di Piandanna, Sassari Per la categoria City Landscape, focalizzata sulla riqualificazione paesaggistica dei territori di frangia, ad essere premiato è stato il progetto dell’ Orto Botanico del Polo Universitario.. Continua a leggere su Edilportale.com