1 responsabile Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘responsabile’ Category

17
Ott

Cerchi un Consulente per la redazione del DVR? Vuoi sapere cosa significa valutare i rischi per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro? Chiama MODI SRL

La valutazione dei rischi prevede un’analisi dettagliata del luogo di lavoro che comporti la valutazione di tutti i rischi per la salute e per la sicurezza dei Lavoratori, l’eliminazione e/o la riduzione dei rischi, la programmazione della prevenzione, la predisposizione di misure di emergenza da attuare in caso di primo soccorso, di lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori e di pericolo grave e immediato. La valutazione dei rischi è un obbligo indelegabile del Datore di Lavoro ed è effettuata in collaborazione con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e con il Medico Competente (nei casi in cui sia obbligatoria la sorveglianza sanitaria), previa consultazione del Rappresentante del Lavoratori per la Sicurezza. La valutazione dei rischi da parte del Datore di Lavoro e la realizzazione dei conseguenti documenti è uno degli elementi di più grande rilevanza del D.Lgs 81/08. Il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) rappresenta la mappatura dei rischi nei luoghi di lavoro presenti in un’azienda. Il DVR, secondo l’art. 18 del D.Lgs. 81/2008, è quel documento che serve per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro e dimostrare agli organi di controllo l’avvenuta valutazione dei rischi per tutelare la salute dei lavoratori. La redazione del DVR  documento di valutazione dei rischi deve seguire criteri precisi e deve possedere dei requisiti specifici.
In particolare il DVR deve contenere una relazione sulla valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute durante l’attività lavorativa, nella quale siano specificati i criteri adottati per la valutazione stessa e tutti gli interventi per eliminare, ridurre o controllare i rischi e i pericoli presenti all’interno dei luoghi di lavoro.
Nel DVR deve essere esplicita l’indicazione del nominativo del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione "RSPP", del Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza "R.L.S." o di quello territoriale e del Medico Competente (ove previsto). Queste figure della sicurezza devono essere consultate durante la valutazione dei rischi e per la stesura del DVR dal Datore di Lavoro e devono partecipare alla riunione periodica prevista dall’art. 35 del D. Lgs 81/2008 per la discussione dei problemi inerenti la sicurezza aziendale.
Il DVR "Documento di Valutazione dei Rischi" è obbligatorio per tutte le aziende con almeno 1 dipendente e deve essere aggiornato qualora vi siano modifiche all’organizzazione aziendale o al processo produttivo tali da poter influire sullo stato di salute e sulla sicurezza dei lavoratori, o a seguito di gravi infortuni oppure se il medico competente ne rileva la necessità. Dopo la rielaborazione del testo, le misure di sicurezza e prevenzione vanno aggiornate di conseguenza. I nostri tecnici qualificati restano a disposizione per chiarimenti e per un sopralluogo gratuito presso l'Azienda. Per un preventivo sulla valutazione dei rischi aziendali chiamateci al numero verde 800300333 raggiungibile gratis anche da mobile o via e-mail a modi@modiq.it.

MODI S.R.L. in qualità di Centro di Formazione AIFOS organizza nelle aule corsi di Mestre, Spinea, Marghera Venezia, corsi per RSPP Datori di Lavoro. A distanza e cioè con i corsi online gli RSPP Datore di Lavoro possono seguire i corsi di aggiornamento obbligatorio da farsi ogni 5 anni. Vasta offerta formativa anche per lavoratori, dirigenti, preposti, addetti al primo soccorso, antincendio, incaricati uso attrezzature di lavoro (gru, carrelli, PLE, ecc.).
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
19
Apr

Per adeguarsi in maniera corretta al GDPR 2016/679 è necessario valutare attentamente i trattamenti dei dati svolti nella tua Azienda?

E' operativo da quasi un anno, il Regolamento europeo 2016/679 relativo “alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati”, meglio noto come GDPR 2016/679 ma non tutte le Organizzazioni si sono adeguate.
Per adeguarsi in maniera corretta è necessario valutare attentamente i trattamenti dei dati svolti nella tua Azienda e valutare l’utilità di creare il registro di trattamento dei dati anche se non obbligatorio.
Bisogna predisporre un’adeguata analisi dei rischi e implementare le misure di sicurezza per diminuirli e  rivedere le lettere di incarico e le informative aggiornandole secondo il GDPR 2016/679.
Vanno  predisposte  adeguate procedure per l’esercizio dei diritti dell’interessato e del data breach, la formazione del personale e la nomina del DPO (qualora prevista).
Per consulenze privacy, affidamento dell'incarico di Responsabile del Trattamento dei Dati/DPO,  iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
10
Apr

Che cosa è il DUVRI Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze (art. 26 D.Lgs. 81/2008)?.

Il DUVRI è l'acronimo del Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze (art. 26 D.Lgs. 81/2008).
La funzione del DUVRI è di rendere noti all’impresa appaltatrice, incaricata di svolgere dei lavori all’interno di una azienda, quali sono i rischi per i lavoratori presenti e quali sono le misure di prevenzione e protezione dei lavoratori da adottare per ridurli e deve essere elaborato dal Datore di Lavoro committente.
Per “interferenza” si intende qualsiasi evento rischioso che possa verificarsi tra ditte diverse che operano nello stesso cantiere, oppure tra il personale del committente e quello dell’appaltatore, ad esempio un’azienda che affidi in appalto lavori di manutenzione.
Il duvri è allegato al contratto d’appalto e va adeguato in funzione dell’evoluzione dei lavori, servizi e forniture.
Il Documento deve contenere la valutazione dei rischi da interferenze, l’importo del costo della sicurezza, inteso come il costo delle misure adottate per limitare le interferenze e il sopralluogo dei locali interessati alle lavorazioni.
I nostri tecnici qualificati restano a disposizione per chiarimenti e per un sopralluogo gratuito presso l'Azienda. Per un preventivo sulla valutazione dei rischi da Interferenze chiamateci al numero verde 800300333 raggiungibile gratis anche da mobile o via e-mail a modi@modiq.it.
MODI S.R.L. in qualità di Centro di Formazione AIFOS organizza nelle aule corsi di Mestre, Spinea, Marghera Venezia, corsi per RSPP Datori di Lavoro. A distanza e cioè con i corsi online gli RSPP Datore di Lavoro possono seguire i corsi di aggiornamento obbligatorio da farsi ogni 5 anni. Vasta offerta formativa anche per lavoratori, dirigenti, preposti, addetti al primo soccorso, antincendio, incaricati uso attrezzature di lavoro (gru, carrelli, PLE, ecc.).
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
20
Mar

Chi è il preposto?

Il preposto è una persona dotata dell’esperienza e delle competenze necessarie che, nei limiti dei poteri funzionali e gerarchici adeguati all’incarico conferitogli, sovrintende alle attività lavorative e garantisce l’attuazione delle direttive, controllando la loro corretta esecuzione ed esercitando un funzionale potere di iniziativa. Ha collocazione autonoma all’interno della struttura aziendale.
Il Preposto deve assicurarsi che i lavoratori osservino gli obblighi di legge e le disposizioni aziendali e controllare che solo i lavoratori adeguatamente formati accedano ai luoghi a maggior rischio.
I preposti devono richiedere il rispetto delle misure in caso di emergenza e dare istruzioni, informando tempestivamente i lavoratori in caso di pericolo grave e immediato e valutare di non richiedere a questi di riprendere l’attività in una situazione in cui persista il pericolo.
Il preposto è tenuto a  segnalare al Datore di Lavoro o al Dirigente i problemi e le condizioni di pericolo. Il Preposto deve ricevere specifica formazione.
MODI S.R.L. in qualità di Centro di Formazione AIFOS organizza nelle aule corsi di Mestre, Spinea, Marghera Venezia, corsi per preposti.
A distanza/al PC e cioè con i corsi online i preposti possono seguire i corsi di aggiornamento obbligatorio da farsi ogni 5 anni. Vasta offerta formativa anche per lavoratori, dirigenti, preposti, addetti al primo soccorso, antincendio, incaricati uso attrezzature di lavoro (gru, carrelli, PLE, ecc.).
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
11
Mar

Il Responsabile della protezione dei dati privacy e il DPO sono la stessa persona? Può essere un Consulente esterno?

Il responsabile della protezione dei dati (altrimenti detto Data Protection Officer, o DPO) è un consulente, esperto e qualificato, che affianca il titolare nella gestione delle questioni connesse al trattamento dei dati personali e lo aiuta a rispettare la normativa vigente
Il "DPO" viene introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento dal GDPR, ma già diffuso in altri Stati europei, il cui ruolo è diverso e va tenuto distinto da quello del "Responsabile del trattamento dei dati"
Il DPO è il soggetto che affianca per compiti e responsabilità il titolare stesso (e proprio per facilitare questa distinzione ed evitare confusione si preferisce, e si è maggiormente diffuso, l'utilizzo del termine inglese Data Protection Officer e del relativo acronimo DPO).
Il DPO è una figura che viene nominata dal titolare o dal responsabile del trattamento e che può essere selezionata tra gli stessi dipendenti del titolare del trattamento, oppure può essere un libero professionista, esterno e autonomo, appositamente incaricato di svolgere questo ruolo in forza di un contratto di servizi. MODI assume l'incario di DPO in aziende in Veneto. MODI è presente nelle città di Venezia, Treviso, Padova, Vicenza, Rovigo, Belluno. Le sedi operative sono a Mestre e Spinea.
Per le recensioni cliccare alla pagina DICONO DI NOI. Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.  
5
Mar

Cosa si intende per “formazione” “informazione” ed “ addestramento” di un lavoratore?

Per formazione si intende un processo educativo tramite il quale si trasferiscono ai Lavoratori e agli altri soggetti appartenenti al sistema di prevenzione e protezione aziendale le conoscenze e le procedure utili per essere in grado di svolgere in sicurezza i rispettivi compiti, e per prevenire i rischi.
L’informazione comprende l’insieme delle attività utili a fornire conoscenze sull’identificazione, riduzione e gestione dei rischi in un ambiente di lavoro.
Con addestramento si intendono, invece, tutte le attività volte a far apprendere ai lavoratori l’uso corretto di macchine, attrezzature, impianti, sostanze, dispositivi anche di protezione individuale e procedure di lavoro.
La formazione e l’addestramento specifico devono avvenire all’inizio del rapporto di lavoro (o entro 60 giorni), in occasione del trasferimento o del cambiamento di mansione, quando si introducono nuove attrezzature e tecnologie o sostanze e preparati pericolosi.
MODI S.r.l di Mestre e Spinea Venezia organizza corsi di Formazione per Lavoratori, Preposti, RLS, RSPP, Dirigenti, Addetti al Primo Soccorso, Addetti Antincendio, Gruisti, Carrellisti e molti altri.
Qui di seguito i corsi in partenza questo mese presso l'aula corsi di Mestre situata vicino alla fermata del tram e del bus in Via Volturno 4/e telefono 041 616289.
FORMAZIONE LAVORATORI GENERALE durata 4 ore – 80,00€ 11 marzo 2019 orario 14.00/18.00 FORMAZIONE LAVORATORI BASSO durata 4 ore – 160,00€ 14 marzo 2019 orario 14.00/18.00 FORMAZIONE LAVORATORI MEDIO durata 8 ore – 150,00€ 14 e 18 marzo 2019 orario 14.00/18.00 FORMAZIONE LAVORATORI ALTO durata 12 ore – 220,00€ 14, 18 e 20 marzo 2019 orario 14.00/18.00 AGGIORNAMENTO LAVORATORI durata 6 ore – 109,90€ 11 marzo 2019 orario 14.00/18.00 e 14 marzo 2019 orario 14.00/16.00
Per ulteriori informazioni consultare il nostro sito www.modiq.it oppure contattateci al numero verde 800300333 raggiungibile gratis anche da mobile o via e-mail a modi@modiq.it.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/.
4
Mar

Perchè si utilizza il termine DPO – Data Protection Officer e quali sono le figure della privacy secondo il Regolamento GDPR 2016/679?

 Le figure della privacy secondo il GDPR 2016/679 Privacy sono:
Titolare del trattamento del dato ovvero la figura che determina finalità e mezzi del trattamento del dato ovvero COLUI CHE HA POTERE DECISIONALE sulle modalità di trattamento dei dati;
Responsabile del trattamento dei dati e cioè la figura che tratta i dati personali per conto del titolare del trattamento del dato. Deve essere in in grado di garantire la tutela dell’interessato trattando secondo il Regolamento UE GDPR 2016/679 i dati.
L'incaricato del trattamento del dati non previsto dal GDPR 2016/679 ma nemmeno escluso. È la figura che risponde direttamente al titolare e al responsabile. L'impiegato per esempio che tratta le buste paga, fatturazione, homebanking, la  rendicontazione economica ecc. è considerato un "incarcato" e deve essere formato perchè tratta dei dati personali.
I termini che descrivono le "figure" che gestiscono in Azienda il rispetto della Privacy sono:
Responsabile protezione dati (altrimenti detto Data Protection Officer, o DPO) è un consulente, esperto e qualificato, che affianca il titolare nella gestione delle questioni connesse al trattamento dei dati personali e lo aiuta a rispettare la normativa vigente. Il DPO viene introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento dal GDPR 2016/679, ma già diffuso in altri Stati membri, il cui ruolo è da tenere ben distinto da quello del responsabile del trattamento è invece il soggetto che affianca per compiti e responsabilità il titolare stesso. Per distinguere meglio queste due figure ed evitare confusione si è maggiormente diffuso, l'utilizzo del termine inglese DPO - Data Protection Officer; •  Specialista privacy. In supporto al DPO; •  Valutatore Privacy. Braccio destro DPO; •  Titolare del trattamento Dati. Chi ha potere decisionale su come trattare il dato; • Responsabile trattamento Dati. Il responsabile del trattamento è definito dal GDPR come la persona fisica o giuridica, l’autorità pubblica, il servizio o qualsiasi altro organismo che tratta dati personali per conto del titolare del trattamento (art. 4). MODI assume per le Aziende con sede vicino a Venezia, Treviso, Padova, Vicenza, Rovigo il ruolo di DPO. Per consulenze Privacy, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
25
Feb

Quali sono i principi del Regolamento europeo per la Privacy GDPR 2016/679?

I "Principi" del Regolamento UE GDPR 2016/679 sono:
  •      trattamento lecito dei dati personali delle persone fisiche;
  •      finalità determinate esplicite e legittime;
  •      i dati devono essere pertinenti e limitati a quanto necessario;
  •      i dati devono essere esatti e aggiornati e sono da correggere in caso di errore;
  •      i dati devono essere conservati per un tempo non superiore alla sua finalità;
  •      rrattati in maniera da garantire la protezione dei dati mediante idonee misure di sicurezza sia nella loro forma cartacea che informativa.
La responsabilità è in capo al Titolare del trattamento dei dati Per consulenze sugli adempimenti privacy, l'incarico in esterno della figura del Data Protection Officer (DPO) o in italiano Responsabile della Protezione dei dati, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
 
23
Feb

Cosa fare in poche mosse per Adeguarsi al Regolamento Privacy secondo il GDPR 2016/679?

E' possibile adeguarsi al GDPR 2016/679 contenendo i tempi e i costi. Se si, come? Questa domanda è tra le più gettonate. Noi di MODI tendiamo a rispondere elencando le attività che a nostro giudizio sono da fare La prima è la "Valutazione della compilance" ovvero una  descrizione della realtà aziendale e una analisi/valutazione della documentazione in uso; la seconda attività è  la creazione del registro dei Trattamenti che è un documento volto a tenere traccia dei trattamenti svolti dal titolare o dal responsabile con indicate le finalità del trattamento, categorie degli interessati e della tipologia di dati personali, destinatari, gli eventuali trasferimenti verso paesi terzi e le misure di sicurezza adottate; La terza fase è la  stesura o la modifica della documentazione secondo quanto indicato nel GDPR; La quarta attività è l'Individuazione dei ruoli e delle responsabilità. Con l'individuazione dei responsabili e del DPO va formalizzato in modo scritto il loro incarico; Il quinto punto è la Definizione delle politiche di sicurezza e valutazione dei rischi. La valutazione e attuazione delle corrette tecniche di trattamento del dato, conformemente a quanto indicato dal GDPR; Il sesto punto è il "Processo di data Breach" che porta quindi a stilare una reportistica che porta ad indagare sulle cause e sugli effetti in caso di violazione subita; La settima attività è la "Valutazione d’impatto sulla protezione dei dati"quindi il titolare effettua delle valutazioni sull’impatto dei dati trattati in maniera preventiva prima che questi vengano gestiti; L'ottava fase è l'implementazione dei processi per l’esercizio dei diritti dell’interessato con l'adozione dei provvedimenti; La nona fase è l'individuazione e nomina di un Data Protection Officer: figura che osserva valuta e organizza la gestione del trattamento del dato presso le aziende e che controlli che la gestione avvenga secondo le normative europee e nazionali vigenti; La decima è uno scadenziario dove indicare quando, come e chi verifica se  l'Organizzazione e il Suo staff ha recepito le "regole" privacy osservandole puntualmente. Per consulenze Privacy, incarico di DPO, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.  
23
Feb

Cosa fare in poche mosse per Adeguarsi al Regolamento Privacy secondo il GDPR 2016/679?

E' possibile adeguarsi al GDPR 2016/679 contenendo i tempi e i costi. Se si, come? Questa domanda è tra le più gettonate. Noi di MODI tendiamo a rispondere elencando le attività che a nostro giudizio sono da fare La prima è la "Valutazione della compilance" ovvero una  descrizione della realtà aziendale e una analisi/valutazione della documentazione in uso; la seconda attività è  la creazione del registro dei Trattamenti che è un documento volto a tenere traccia dei trattamenti svolti dal titolare o dal responsabile con indicate le finalità del trattamento, categorie degli interessati e della tipologia di dati personali, destinatari, gli eventuali trasferimenti verso paesi terzi e le misure di sicurezza adottate; La terza fase è la  stesura o la modifica della documentazione secondo quanto indicato nel GDPR; La quarta attività è l'Individuazione dei ruoli e delle responsabilità. Con l'individuazione dei responsabili e del DPO va formalizzato in modo scritto il loro incarico; Il quinto punto è la Definizione delle politiche di sicurezza e valutazione dei rischi. La valutazione e attuazione delle corrette tecniche di trattamento del dato, conformemente a quanto indicato dal GDPR; Il sesto punto è il "Processo di data Breach" che porta quindi a stilare una reportistica che porta ad indagare sulle cause e sugli effetti in caso di violazione subita; La settima attività è la "Valutazione d’impatto sulla protezione dei dati"quindi il titolare effettua delle valutazioni sull’impatto dei dati trattati in maniera preventiva prima che questi vengano gestiti; L'ottava fase è l'implementazione dei processi per l’esercizio dei diritti dell’interessato con l'adozione dei provvedimenti; La nona fase è l'individuazione e nomina di un Data Protection Officer: figura che osserva valuta e organizza la gestione del trattamento del dato presso le aziende e che controlli che la gestione avvenga secondo le normative europee e nazionali vigenti; La decima è uno scadenziario dove indicare quando, come e chi verifica se  l'Organizzazione e il Suo staff ha recepito le "regole" privacy osservandole puntualmente. Per consulenze Privacy, incarico di DPO, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.