1 sicurezza Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘sicurezza’ Category

14
Nov

Per i lavoratori, gli incaricati al primo soccorso, antincendio e RLS offriamo a Mestre e Spinea “corsi” di formazione e aggiornamento nei mesi di novembre e dicembre 2018

Negli ultimi due mesi dell'anno e fino a tutta dicembre 2018, attiviamo corsi di formazione in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con specifiche edizioni anche di corsi per chi deve fare solo l'aggiornamento obbligatorio della qualifica.

I docenti MODI SRL sono esperti e referenziati dagli stessi allievi. I Corsi si rivolgono agli  incaricati alla lotta antincendio, ai lavoratori, gli addetti primo soccorso in aziende di gruppo A e B/C e ai Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza. Sono già disponibili anche le date dei corsi organizzati nel 2019.

Sono previsti degli SCONTI per chi si iscrive sotto data e per chi fa partecipare più persone. 

Richiedete un preventivo personalizzato al numero verde 800300333 gratis anche da mobile o un sopralluogo gratis per verificare quanto la Vostra Azienda è in linea con gli adempimenti di Legge.

INCARICATI AL PRIMO SOCCORSO

Aggiornamento triennale per ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO per aziende gruppo B/C durata 4 ore  al costo di € 80,00 + IVA:
Fruibile in aula a Mestre nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
Giovedì 6 dicembre 2018 orario 14.00/18.00;
Venerdì 14 dicembre 2018 orario 14.00/18.00.

Aggiornamento triennale per ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO (per aziende del gruppo A) durata 6 ore in una unica data. Costo di € 120,00 + IVA:
Fruibile in aula a Mestre nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
Giovedì 6 dicembre 2018 orario 13.30/19.30;
Venerdì 14 dicembre 2018 orario 13.30/19.30.

ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO - 12 ore (aziende gruppo B/C) a € 150,00 + IVA:
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
23, 30 novembre 2018 e 6 dicembre 2018 orario 14.00/18.00;
7, 11, 14 dicembre 2018 orario 14.00/18.00.

ADDETTI AL PRIMO SOCCORSO - 16 ore (aziende gruppo A) a € 180,00 + IVA:
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
23, 30 novembre 2018 orario 14.00/19.00 e 6 dicembre 2018 orario 13.30/19.30;

7, 11 dicembre 2018 orario 14.00/19.00 e 14 dicembre 2018 orario 13.30/19.30.

SQUADRA EMERGENZA E LOTTA ANTINCENDIO

Corsi di aggiornamento periodico rivolto agli “incaricati alla lotta antincendio” operanti in aziende a  “rischio basso” al costo di € 50,00 + IVA
Il programma rispetta quanto richiesto dalle normative vigenti e la durata è pari a 2 ore.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
Giovedì 13 dicembre 2018 orario 14.00/16.00.

Corso di AGGIORNAMENTO dell’addestramento per incaricati ANTINCENDIO operanti in aziende a rischio medio – durata del docenza 5 ore al costo di € 100,00 + IVA
Qui di seguito l’elenco delle attività di aggiornamento periodico organizzate in aula a Mestre attrezzata con campo prova per eseguire la prova di spegnimento
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
Lunedì 17 dicembre 2018 orario 08.30/13.30.

ADDETTI ANTINCENDIO RISCHIO BASSO - 4 ore al costo di € 80,00
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
Giovedì 13 dicembre 2018 orario 14.00/18.00.

ANTINCENDIO A RISCHIO MEDIO” - durata 8  (questo corso oltre alla teoria prevede lo Svolgimento di una prova pratica di spegnimento) al costo di € 150,00.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
13 dicembre 2018 orario 14.00/18.00 e 17 dicembre 2018 orario 08.30/12.30.

LAVORATORI

FORMAZIONE LAVORATORI - MODULO GENERALE - 4 ORE  al costo di € 80,00 + IVA:
Fruibile on-line 24 ore su 24 con accesso alla piattaforma per un mese o in aula a Mestre nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019 cliccare qui.
Mercoledì 19 dicembre 2018 orario 09.00/13.00.

FORMAZIONE LAVORATORI - MODULO SPECIFICO BASSO - 4 ore a € 80,00 + IVA:
Fruibile on-line 24 ore su 24 con accesso alla piattaforma per un mese o in aula a Mestre nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019 cliccare qui.
Mercoledì 19 dicembre 2018 orario 14.00/18.00.

FORMAZIONE LAVORATORI - MODULO SPECIFICO MEDIO - 8 ore a € 150,00 + IVA:
Fruibile in aula a Mestre nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
19 e 21 dicembre 2018 orario 14.00/18.00.

FORMAZIONE LAVORATORI - MODULO SPECIFICO ALTO - 12 ore  a € 220,00 + IVA:
Fruibile in aula a Mestre nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019  cliccare qui.
19, 21, 28 dicembre 2018 orario 14.00/18.00.


RLS - RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI

RLS (AGGIORNAMENTO) - 4 ore (aziende con meno di 50 lavoratori)al costo di € 79,00 + IVA:
Fruibile in aula a Mestre nei giorni sotto indicati.
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019 cliccare qui.
Mercoledì 12 dicembre 2018 orario 14.00/18.00.

RLS (AGGIORNAMENTO) - 8 ore (aziende con più di 50 lavoratori) al costo di € 149,00 + IVA:
Per scaricare la scheda di iscrizione e visionare le date del 2019 cliccare qui.
12 e 13 dicembre 2018 orario 14.00/18.00.

L’allievo potrà fruire del corso recandosi in aula a Mestre sita in Via Volturno 4/e zona Carpenedo (uscita tangenziale Castellana indicazioni per il centro parcheggio sotterranei CONDOMINIO CAROSSA) nei giorni sotto indicati.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


14
Nov

Quando l’attrezzatura non è efficiente?


A cura di Francesco Tortora

Quando l’attrezzatura non è efficiente?

attrezzatureRiceviamo e pubblichiamo articoli di  Francesco Tortora Quando l’attrezzatura non è efficiente?

La sicurezza nell’uso …  delle Attrezzature di Lavoro non si limita a valutare i rischi soltanto quando si è in fase di conduzione del mezzo. I pericoli sono presenti anche quando la nostra attrezzatura non è idonea per poter lavorare in modo sicuro … ma per questo proposito … cosa facciamo per evitare rischi dovuti da una mancanza di informazione circa l’indisponibilità del mezzo stesso?

Qualche settimana fa … un Operatore ha veramente sfiorato di essere vittima di un grave incidente e ciò soltanto per una pura questione di casualità … di fortuna sfacciata.  Durante il turno di lavoro precedente al suo … un suo collega si era accorto della mancata prontezza del sistema frenante: a quel punto “passò” la notizia al suo superiore … il quale si era ripromesso di ripararla in tempi stretti.  Nel frattempo, però, un altro collega … ignaro del guasto … ha preso in uso il mezzo e, dovendo frenare prontamente, si è ritrovato invece contro ad un muro … proprio per l’inefficienza dei freni: se soltanto qualcuno avesse posto un cartello di “Fuori Servizio” … probabilmente non avremmo atteso la fortuna per assisterlo!

Già … ma la fortuna non è sempre presente, non può sempre venirci incontro … quindi, perchè non abituarsi ad apporre segnali sull’attrezzatura o, magari, levare le chiavi senza dar possibilità di poterla movimentare per nessuna ragione al mondo?  Ad ogni modo, in ogni corso, “predico” costantemente sulla verifica preventiva del mezzo prima di iniziare il mio lavoro: la verifico a freddo … provando i bracci, le rotazioni, le salite, le discese … ed anche i freni, sia in fase di avanzamento che in retromarcia. In aggiunta verifico anche il funzionamento di altri dispositivi di sicurezza (cicalini, cinture, lampeggianti, etc.).  Pertanto … propongo sempre la duplice ruota di scorta: semmai dovesse scordarsela il mio collega … io mi tutelo comunque!

P.S. … Prepariamoci al peggio … anche se per forza non deve accadere!

Francesco Tortora

Contatti@brixia.it

Quando l’attrezzatura non è efficiente?Scarica documento


14
Nov

Premio Marco Fabio Sartori


La promozione della salute e sicurezza negli ambienti di lavoroÈ indetta per l’anno 2018 la VI edizione del concorso nazionale “Premio Marco Fabio Sartori” per la realizzazione di un cortometraggio o di una campagna di comunicazione sul tema: “La promozione della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro”.
Finalità
Il concorso ha lo scopo di sensibilizzare i partecipanti sui temi della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e sull’importanza della prevenzione come valore di riferimento per le imprese e per i lavoratori.
Chi può partecipare
Possono partecipare al concorso coloro che abbiano un’età ricompresa tra i 18 e i 35 anni. La maggiore età deve essere compiuta dal concorrente entro la data di scadenza del presente bando.
Sono esclusi i componenti della giuria, i dipendenti Inail, compresi parenti e affini entro il terzo grado.
I vincitori delle precedenti edizioni possono partecipare con progetti diversi da quelli già presentati.
Ciascun partecipante può concorrere con una sola proposta per una sola sezione del bando (cortometraggio audio-video o campagna di comunicazione) su uno dei temi oggetto del concorso.
Modalità di invio delle opere
Le opere, unitamente alla documentazione indicata nel bando, devono essere trasmesse in un unico invio, entro le ore 15.00, del 9 gennaio 2019, in modalità telematica attraverso il link "Invio telematico della domanda".
 
I premi
Ai primi tre classificati di ciascuna sezione è assegnato un premio come di seguito specificato:
1° classificato - 5.000 euro
2° classificato - 3.000 euro
3° classificato - 1.000 euro

I vincitori e i classificati al secondo e terzo posto potranno partecipare alla progettazione di una campagna di comunicazione o alla realizzazione di uno o più prodotti audio-video dell’Inail attraverso uno stage/periodo di affiancamento non retribuito inoltrando, successivamente alla premiazione, specifica richiesta via email alla segreteria organizzativa: segreteriapremiosartori2018@inail.it.
La premiazione del Concorso avverrà in occasione di un evento conclusivo dedicato ai temi della salute e sicurezza che si svolgerà a Milano nel 2019.

13
Nov

Finalmente dal sito INAIL è possibile consultare i modelli da utilizzare per la riduzione del tasso OT24

Finalmente dal sito istituzionale INAIL è possibile consultare i modelli da utilizzare per la riduzione del tasso OT24 anno 2019

L'istanza per ottenere una riduzione del premio assicurativo è indirizzata alle aziende operative da almeno due anni, che hanno investito nella sicurezza sui luoghi di lavoro.

La presentazione deve essere effettuata entro il 28/02/2019 e  la domanda farà comunque riferimento ad attività e interventi posti in essere nel 2018. 

MODI SRL resta a disposizione per le aziende che intendono usufruire della riduzione del premio e che devono effettuare iniziative in materia di prevenzione descritte nel modello. 
Contattare lo staff tecnico al numero verde 800300333 o visitare il sito www.modiq.it

Cliccare qui per visionare la news sul nuovo modello OT24/2019 oppure cliccare qui per scaricare direttamente il modulo da compilare.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it

9
Nov

ABC Sicurezza ad uso dei DPI


Compiti, obblighi e responsabilità secondo il titolo III art. 74 D.lgs. 81/2008 e s.m.i.

ABC Sicurezza ad uso dei DPI

Compiti, obblighi e responsabilità secondo il titolo III art. 74 D.lgs. 81/2008 e s.m. Settore di riferimento Metalmeccanico ed Installazione di Impianti con particolare attenzione alle piccole e medie aziende.Settore di riferimento Metalmeccanico ed Installazione di Impianti con particolare attenzione alle piccole e medie aziende. A cura dell’ufficio Ambiente Salute e Sicurezza Uilm Nazionale Versione Luglio 2018
Il Titolo III, capo II del D. Lgs. 81/08 e s.m.i. “Uso dei dispositivi di protezione individuale” tratta dei requisiti minimi di sicurezza e salute per l’uso dei dispositivi di protezione individuale da parte dei lavoratori nei luoghi di lavoro. Sono previsti obblighi precisi a carico del datore di lavoro per quanto concerne la scelta, le condizioni d’uso, l’igiene, la tenuta in efficienza e l’addestramento all’uso nonché obblighi altrettanto puntuali per i lavoratori coinvolgendo nel sistema sicurezza tutti gli operatori. Comprendono qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro nonché ogni complemento o accessorio destinato a tale scopo.
Sono esclusi da questa categoria: 
- Indumenti di lavoro ordinari e uniformi non specificatamente destinati alla protezione; 
- Attrezzature dei servizi di soccorso e salvataggio; 
- Attrezzature di protezione individuale delle forze armate, polizia etc.; 
- Attrezzature di protezione individuale proprie dei mezzi di trasporto stradali; 
- I materiali sportivi; 
- I materiali per l’autodifesa o per la dissuasione; 
- Gli apparecchi portatili per individuare e segnalare rischi e fattori nocivi
L’uso dei DPI si rende necessario solo dopo aver valutato ed attuato tutte le possibili forme di protezione collettiva. Per prima cosa è perciò necessario considerare se sia possibile eliminare il rischio o contenerlo mediante misure tecniche di prevenzione e/o con procedure organizzative oppure realizzare una separazione ambientale che eviti l’esposizione del lavoratore. Se si verifica la permanenza di un rischio residuo nello svolgere l’attività considerata, in quanto i rischi non possono essere evitati o sufficientemente ridotti, allora si ricorre alla protezione individuale. Oltre ai requisiti essenziali di salute e sicurezza nella scelta dei DPI è necessario tenere conto delle caratteristiche specifiche del luogo di lavoro e dell’utente e quindi non solo non comportare un rischio maggiore di quello che prevengono ma anche essere adeguati alle condizioni esistenti sul luogo di lavoro, tenere conto delle esigenze ergonomiche o di salute del lavoratore e poter essere adattati all’utilizzatore secondo le sue necessità. In caso di rischi multipli che richiedono l’uso simultaneo di più DPI, questi devono essere tra di loro compatibili e tali da mantenere, anche nell’uso simultaneo, la propria efficacia nei confronti del rischio e dei rischi corrispondenti. Sono poi da considerare tutti quegli elementi che rendono il DPI comodo e gradito all’operatore che sarà di conseguenza più invogliato ad utilizzarli e cioè: Non devono creare impedimenti particolari o eccessivi all’operatività della persona Devono essere adattabili alla persona, comodi e ben tollerati, devono essere resistenti e il più possibile economici. Non devono avere parti pericolose Devono essere facili da indossare e da togliere in caso di emergenza. La manutenzione deve essere facile e devono essere eventualmente resistenti alle operazioni di manutenzione. I DPI che vanno a contatto con l’epidermide devono essere compatibili con la stessa.

9
Nov

Progettazione antisismica, ai Comuni 24 milioni di euro

09/11/2018 – In arrivo 24 milioni di euro per 265 interventi nei Comuni in zona sismica 1 e 2 per la progettazione degli interventi di messa in sicurezza antisismica e idrogeologica.   E’ stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 19 ottobre 2018 che contiene la graduatoria dei Comuni assegnatari del contributo 2018 per le spese di progettazione definitiva ed esecutiva nelle zone a rischio sismico e idrogeologico.   Progettazione antisismica: 24 milioni di euro per 265 Comuni Il DM assegna un contributo ai primi 265 interventi presenti in graduatoria per un totale complessivo di euro 24.082.139,70.   Pur essendoci una quota residuale del fondo (che per il 2018 prevedeva 25 milioni di euro), 917.860,30 non vengono assegnati, rimanendo comunque destinati alle finalità del Fondo. Le risorse sono state assegnate seguendo il seguente ordine di priorità:  - progettazione per investimenti riferiti ad interventi di miglioramento..
Continua a leggere su Edilportale.com

8
Nov

Cos’è il Testo Unico sulla Sicurezza dei Lavoratori e qual è il suo campo di applicazione?

Il Testo Unico per la Sicurezza dei Lavoratori è un complesso di norme della Repubblica Italiana, in materia di salute e sicurezza sul lavoro, emanate con il D.Lgs. 81/2008, integrato con il decreto correttivo n. 106/2009. In Italia è la norma di riferimento per quanto concerne la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Il D.Lgs. 81/2008 ha riformato, riunito ed armonizzato, abrogandole, le disposizioni dettate da numerose precedenti normative in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro succedutesi nell'arco di quasi sessant’anni, al fine di adeguare il corpus normativo all’evolversi della tecnica e del sistema di organizzazione del lavoro. Il D.Lgs. 81/2008 fornisce, quindi, disposizioni generali per quanto concerne la sicurezza e l’igiene sul lavoro, i requisiti dei luoghi di lavoro, la prevenzione incendi, l’evacuazione dei lavoratori e il primo soccorso.

L’ultima revisione del Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro è di Maggio 2017. Nella pagina del sito dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, è disponibile il Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, edizione maggio 2017, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, integrato con circolari, accordi Stato Regioni, interpelli e altre fonti normative e amministrative e norme.

Il D.Lgs. 81/2008 si applica a tutti i settori di attività, privati e pubblici ed a tutti i lavoratori e lavoratrici, subordinati e autonomi, nonché ai soggetti ad essi equiparati. Sono tutelati dal suddetto decreto, oltre i lavoratori con contratto di lavoro subordinato, anche i soci lavoratori, i tirocinanti, gli allievi degli istituti di istruzione ed universitari che utilizzano agenti chimici, biologici, videoterminali o che possono essere esposti ad agenti fisici, i volontari dei VV.FF. e della protezione civile e gli addetti a lavori socialmente utili. Riferimento Articolo 3 - Campo di applicazione modificato dall'articolo 3 del decreto legislativo 106/09 e dall'articolo 20, comma 1, lettera a, del decreto legislativo 151/15 - ndr Decreto legislativo n° 81, 9 aprile 2008).

Sono esclusi dalla disciplina del Testo Unico della Sicurezza gli addetti ai servizi domestici e familiari. Tuttavia, visto l’importanza dell’osservanza da parte dei Datori di Lavoro di questa Legge, suggeriamo di prestare la massima attenzione e farsi “consigliare” per una corretta valutazione da un Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.



8
Nov

Il Sistema di gestione della corruzione realizzato a norma ISO 37001:2016, è uno strumento che mette a disposizione di tutte le aziende virtuose una serie di vantaggi concreti

MODI SRL operativa dal 1998 con sedi in Veneto,   supporta le Organizzazioni che desiderano adottare il Sistema di Gestione della Corruzione ISO 37001, offrendo un servizio completo e affidabile di consulenza e raccomandato dagli stessi Clienti. Per visionare le recensioni sui nostri servizi cliccare qui.
Per mezzo di Check identifichere il rischio di corruzione.
Attraverso un'analisi personalizzata dell'impresa individueremo le aree maggiormente esposte a rischio di corruzione.
Lo sviluppo di un Sistema di Gestione ISO 37001:2016 avvienesulla base dei risultati del nostro check up.
Collaborando attivamente con il personale coinvolto dell'Aziende Cliente, i Consulenti MODI produrremo il sistema di gestione ISO 37001 idoneo a mettere l'azienda al sicuro da potenziali rischi di corruzione e ad ottenere la certificazione di terza parte.
Adottare un Sistema di Gestione ISO 37001:2016 significa ottenere:
  • maggiore tutela contro i potenziali reati di corruzione;
  • attenuare o eliminare il rischio di corruzione nella tua azienda;
  • ridurre la perdita di competitività sul mercato.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
8
Nov

Il 23, 30 novembre e 6 dicembre 2018 a Mestre presso MODI parte il corso per addetti al primo soccorso in aziende di gruppo A e B/C.

Il 23, 30 novembre e 6 dicembre 2018 è stato organizzato a Mestre un corso per addetti al primo soccorso in aziende di gruppo A e uno per gli incaricati in aziende classificate B e C.
Il corso di formazione è organizzato per i nuovi "addetti al primo soccorso in aziende di gruppo A" e nuovi incaricati di aziende del gruppo B/C". Ai sensi del D.M. 388/03 gli incaricati al primo soccorso, devono essere obbligatoriamente formati e ricevere sia un istruzione teorica che una pratica (con un medico) per l'attuazione delle misure di primo intervento interno e per l'attivazione degli interventi di pronto soccorso.
Con questo articolo informiamo che gli ultimi posti (massimo 25 presenze in aula) sono stati messi in super offerta.
Per scaricare il programma dei corsi o le schede di partecipazione cliccare qui. 
Per prendere visione delle recensioni dei Clienti e allievi corsi visionare pagina DICONO DI NOI
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
7
Nov

Il 7, 11 e 14 dicembre 2018 organizzato da MODI a Mestre formazione per nuovi addetti al “primo soccorso” in aziende di gruppo A e B/C.

Ai sensi del D.M. 388/03 gli "addetti al pronto soccorso" nominati dal Datore di Lavoro devono essere obbligatoriamente formati e ricevere sia un istruzione teorica che una pratica (con un medico) per l'attuazione delle misure di primo intervento interno e per l'attivazione degli interventi di pronto soccorso.
Più precisamente gli addetti al primo soccorso di aziende appartenenti al gruppo A sono tenuti a  partecipare a dei corsi di formazione di durata di 16 ore con aggiornamenti, a cadenza triennale, della sola parte pratica (6 ore);
Gli incaricati al primo soccorso di aziende appartenenti ai gruppi B e C devono frequentare dei corsi di formazione di 12 ore con aggiornamenti, a cadenza triennale, della sola parte pratica (4 ore).
Il 7, 11 e 14 dicembre 2018 pomeriggio, MODI organizza a Mestre dei corsi per addetti al primo soccorso in aziende di gruppo A e B/C. La stessa edizione del corso è programmata in altre date e orari anche presso la sede di Spinea. Per informazioni telefonare al numero 041 5412700.
Per scaricare il programma dei corsi o le schede di partecipazione cliccare qui. 
Per prendere visione delle recensioni dei Clienti e allievi corsi visionare pagina DICONO DI NOI.
 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it