1 fondimpresa Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts tagged ‘fondimpresa’

11
Nov

Dall’epoca classica ad oggi, il fascino delle dimore storiche del Lazio

11/11/2019 - Dall’antica Roma ad oggi, passando per Medioevo e Rinascimento, ci sono innumerevoli palazzi, castelli e parchi che testimoniano la grandezza della storia dei luoghi in cui sorgono. Alcuni di questi saranno visitabili domenica 17 novembre grazie all’apertura straordinaria disposta dalla Rete delle Dimore Storiche del Lazio. Giardino di Ninfa, Cisterna di Latina – LT Si estende per circa 8 ettari ed è stato costruito sulle rovine dell’antica città di Ninfa. Dopo la distruzione nel 1300, e il progressivo abbandono a causa della malaria che infestava la zona, dall’Ottocento l’area è tornata agli antichi fasti, ospitando anche circoli di letterati e artisti. Foto: www.retedimorestorichelazio.it/ Castello Orsini, Montenero Sabino – RI Si ritiene che il castello sia stato fondato all’inizio dell’anno 1000. Inizialmente era un avamposto militare, cui successivamente è.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Nov

Efficienza energetica, dall’Enea robot che monitorano i consumi e lampioni smart

11/11/2019 – Come migliorare la gestione dei consumi energetici nell’ottica di una casa smart? Grazie al robot domestico che “dà consigli” su come risparmiare energia e ridurre le bollette presentato dall’Enea a Ecomondo, la Fiera internazionale sulla sostenibilità ambientale. Nel corso della Fiera, l’Enea ha presentato altre soluzioni per la smart home, la smart city, l’economia circolare, il trasferimento tecnologico e il risparmio energetico nella Pubblica amministrazione. Efficienza energetica: robot NAO e lampioni intelligenti Il robot presentato da Enea si chiama NAO e grazie a un sistema di sensori all’interno dell’abitazione e alle due telecamere di cui è dotato è in grado di monitorare gli ambienti e di ‘comunicare’ eventuali malfunzionamenti dei sistemi elettrici, termici o perdite d’acqua e di gas, in collegamento all’impianto domotico. Alto.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
11
Nov

Criteri Ambientali Minimi, Anac: ‘non è opportuno richiederli per piccole manutenzioni’

11/11/2019 – Non è opportuno applicare i Criteri Ambientali Minimi (CAM) nei piccoli appalti, perché si ostacolerebbe la partecipazione delle micro e piccole imprese edili. Ad affermarlo è l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), che ha elaborato e messo in consultazione le linee guida per l’applicazione del DM 11 ottobre 2017 (Criteri ambientali minimi per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici). La linea dell'Anac sull'argomento è sempre stata a sostegno della semplificazione. Anche lo scorso febbraio, il presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, intervenendo in Commissione bicamerale di inchiesta sugli illeciti ambientali, ha affermato che i CAM, pur essendo una norma di civiltà, impongono oneri complessi, tanto da risultare inattuabili in determinati casi. CAM, Anac: ‘l’inserimento.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
10
Nov

Gazzetta Ufficiale del 30 ottobre 2019 n. 255

 

Decreto Ministeriale 21 agosto 2019 n. 127

Gazzetta Ufficiale del 30 ottobre 2019 n. 255

E-learning_11.png"Regolamento recante l'applicazione del decreto legislativo  9  aprile  2008, n. 81, in materia di tutela della salute e della sicurezza  nei  luoghi  di  lavoro,  nell'ambito  delle  articolazioni   centrali   e periferiche della Polizia di Stato, del Dipartimento dei  vigili  del  fuoco, del  soccorso  pubblico  e  della  difesa  civile,  del  Corpo  nazionale dei vigili del fuoco, nonche' delle strutture del Ministero dell'interno destinate per  finalita'  istituzionali  alle  attivita' degli organi con compiti in materia di ordine e  sicurezza  pubblica."
 
Il provvedimento   entra in vigore il 14 novembre 2019 e conta 20 articoli suddivisi in :
Capo I -. Disposizioni generali
Capo II - Disposizioni particolari per le articolazioni centrali e periferiche  della Polizia di Stato nonche' per le strutture del Ministero  dell'interno destinate per finalita' istituzionali alle attivita' degli organi con compiti in materia di ordine e sicurezza pubblica
Capo III - Disposizioni particolari per il Dipartimento dei vigili del fuoco e  il Corpo nazionale
Capo IV - Disposizioni varie
Da segnalare in particolare :
Art 2: ai fini della responsabilità per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro sopraindicati " Fermo restando quanto previsto  dal decreto legislativo n. 81 del 2008, nel rispetto delle  effettive particolari esigenze connesse al servizio  e agli assetti organizzativi, le funzioni di datore di lavoro sono assolte anche dal dirigente al quale  spettano i poteri di gestione dell'ufficio, ivi inclusi quelli di  organizzazione del lavoro e di autonoma valutazione del rischio,  ovvero dal funzionario non avente qualifica dirigenziale preposto ad  un ufficio avente autonomia gestionale  ancorche' non siano dotati di autonomi poteri di spesa.
Art 5   Il datore di lavoro, tenuto conto delle esigenze di riservatezza e segretezza, istituisce e organizza il servizio di prevenzione e protezione, avvalendosi in via esclusiva di personale  dell'Amministrazione in possesso dei requisiti professionali di cui  all'articolo 32 del decreto legislativo n. 81 del 2008
Art. 10 I rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza del personale  sono eletti o designati secondo le modalita' previste dagli articoli  47, 48 e 49 del decreto legislativo n. 81 del 2008 e nel rispetto  degli accordi collettivi nazionali di lavoro e ricevono la prevista formazione a cura dell'Amministrazione".
Il decreto abroga  il decreto interministeriale 14 giugno 1999, n. 450,  in materia di salute e sicurezza dei lavoratori nell'ambito delle  strutture della Polizia di Stato, del Corpo nazionale e  dell'Amministrazione della pubblica sicurezza.
E-learning_14.pngSCARICA DECRETO
MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
9
Nov

Formazione Sicurezza Lavoro: ecco le date dei corsi di Alta Specializzazione per addetti al Primo Soccorso date: 6, 13 e 20 Dicembre 2019 dalle 14.00 alle 18.00

MODI  con prezzi super convenienti le lezioni del corso per nuovi "addetti al Primo Soccorso" di aziende del gruppo B e C che si svolgerà a Mestre nelle date del 6, 13 e 20 Dicembre 2019 dalle ore 14.00 alle ore 18.00. L'aula corsi Mestre di Via Volturno 4/e è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici e la fermate del bus e del tram è proprio davanti alla sede corsi (fermata Volturno). Per chi viene in auto trova parcheggio sotterraneo al livello -2 del parcheggio del nostro condominio CAROSSA.
A Mestre e a Spinea abbiamo in programmazione anche altri corsi sicurezza della durata di 4 , 6 e 16 ore per tutto il personale aziendale che compone la squadra di primo soccorso. Gli ultimi posti sono scontati del 20%!
PROGRAMMA dell'attività didattica del corso di 12 ore:
Parte generale: la legislazione
  • Ruolo del lavoratore adibito al primo soccorso secondo il D.Lgs 81;
  • Gestione del pronto soccorso secondo il D.Lgs. 81/2008 e 388/03;
  • Il ruolo del medico competente;
  • Come organizzarsi, quali informazioni dare ai lavoratori;
  • Quali sono le responsabilità del soccorritore.
Parte speciale: i materiali:
  • Conoscenza di base dei materiali;
  • Uso corretto dei disinfettanti;
  • Cautele per la protezione del soccorritore.
Parte pratica: gli interventi:
  • Allertare il sistema di soccorso;
  • Riconoscere un'emergenza sanitaria;
  • Attuare gli interventi di primo soccorso;
  • Conoscere i rischi specifici dell'attività svolta;
  • Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro;
  • Acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro;
  • Acquisire capacità di intervento pratico.
Date: 6, 13 e 20 Dicembre dalle 14.00 alle 18.00
Quota di partecipazione: € 150,00 + IVA per persona VIENE scontato del 20%.
Ogni sede aziendale (uffici, cantieri temporanei, magazzini, …) deve essere presidiata da un numero sufficiente di addetti al primo soccorso.
Per prendere visione delle  recensioni dei nostri corsisti cliccare alla pagina DICONO DI NOI.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
8
Nov

Dura 32 ore il corso per gli RLS “rappresentate lavoratori della sicurezza” per diventare l’intermediario tra RSPP/DL e tutti i lavoratori.

MODI SRL organizza mensilmente dei corsi rivolti alla formazione e all'aggiornamento obbligatorio per i lavoratori, preposti, dirigenti, RLS, addetti al primo soccorso, antincendio e RSPP datore di lavoro.
L’RLS è il lavoratore intermediario tra RSPP/DL e tutti i Lavoratori nella comunicazione degli aspetti inerenti la salute e la sicurezza infatti:
- accede ai luoghi di lavoro in cui si svolgono le lavorazioni;
- è consultato in ordine alla valutazione dei rischi, all’individuazione, programmazione, realizzazione e verifica della prevenzione nella azienda o unità produttiva;
- è consultato sulla designazione del responsabile e degli addetti al servizio di prevenzione, alla attività di prevenzione incendi, al primo soccorso, alla evacuazione dei luoghi di lavoro e del medico competente;
- è consultato in merito all’organizzazione della formazione prevista dall’art. 37 del D.Lgs 81/08
- riceve le informazioni e la documentazione inerente alla valutazione dei rischi e le misure di prevenzione relative;
- riceve le informazioni provenienti dai servizi di vigilanza;
- è soggetto a formazione adeguata;
- promuove l’elaborazione, l’individuazione, e l’attuazione delle misure di prevenzione idonee a tutelare la salute e l’integrità fisica dei lavoratori;
- formula osservazioni in occasione di visite mediche effettuate dalle autorità competenti;
- partecipa alla riunione periodica;
- fa proposte in merito alle attività di prevenzione;
- avverte il responsabile dell’azienda dei rischi individuati nel corso della sua attività;
- può fare ricorso alle autorità competenti qualora ritenga che le misure di prevenzione e protezione dai rischi adottate dal datore di lavoro o dai dirigenti e i mezzi impiegati per attuarle non siano idonei a garantire la sicurezza e la salute durante il lavoro.
In particolare per l'aggiornamento periodico dei lavoratori e RSPP datori di lavoro offriamo i corsi online. Per gli RLS le edizioni di aggiornamento annuale sono erogate in aula o presso la sede del Cliente.
La Società di Consulenza e Formazione MODI S.r.l. di Mestre e Spinea Venezia dal 1998 affianca moltissime PMI del Veneto e del Nord Est come RSPP in esterno, membro incaricato ODV, consulente per la realizzazione di sistemi di gestione qualità, ambiente e sicurezza. Per visionare i commenti dei nostri clienti a disposizione la pagina dicono di noi.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
8
Nov

Dissesto idrogeologico, speso soltanto il 19,9% del Fondo progettazione

08/11/2019 – Alle Regioni è stato erogato solo 19,9% del Fondo per la progettazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico (con dotazione di 100 milioni di euro); questo denota uno scarso utilizzo delle risorse stanziate e l’inefficacia delle misure adottate, di natura prevalentemente emergenziale e non strutturale. È quanto emerge dalla relazione sul “Fondo per la progettazione degli interventi contro il dissesto idrogeologico (2016-2018)” approvata dalla Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato della Corte dei Conti con Deliberazione 17/2019/G. La Relazione ha preso in esame le modalità di funzionamento e di gestione del Fondo, la governance e le responsabilità dei soggetti attuatori e l’efficacia delle misure emanate. Dissesto idrogeologico: le criticità rilevate Nonostante i tentativi intrapresi dai vari governi che si sono succeduti, non sembra.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Nov

Abusi edilizi, a chi spetta provare la fine dei lavori?

08/11/2019 – Su chi ricade l’onere di provare la fine dei lavori in un contenzioso per la realizzazione di un’opera abusiva? Lo ha spiegato la Cassazione con la sentenza 44510/2019. Abusi edilizi, il caso La Corte di Cassazione si è pronunciata sul caso di un ampliamento, costituito da una tettoia chiusa sui lati con pareti in muratura e vetrate non amovibili, realizzato in assenza di permesso di costruire, e comunque in difformità da un’autorizzazione ottenuta in sanatoria, e in violazione delle prescrizioni per la costruzione di opere in zona sismica. Il responsabile, dopo la condanna, aveva lamentato che i giudici si erano pronunciati dopo molto tempo e che, nel frattempo, il reato si era prescritto. A suo avviso, inoltre, i lavori erano terminati molto prima di quanto rilevato dal Tribunale. Di parere opposto i tecnici del Comune. Secondo la loro perizia l’opera era “di recentissima fattura”. Abusi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Nov

Isolamento sismico, da Kyneprox una soluzione per le opere d’arte

08/11/2019 - Una tecnologia innovativa per l’isolamento sismico e per la prevenzione dei danni derivanti da scosse di terremoto di opere d’arte, merci e beni di alto valore e/o strategici per la sicurezza pubblica. È l’idea brevettata da Kyneprox, startup innovativa, nata a fine 2016, incubata presso il Politecnico di Torino - I3P e con sede produttiva a Gaggiano, in provincia di Milano, che si propone di realizzare soluzioni innovative brevettate, di meccanica-cinematica applicata, utili per numerose applicazioni industriali e retail, quali principalmente Basamenti/dispositivi Antisismici e piattaforme dinamiche per Simulatori full motion. In particolare, la società ha di recente progettato e brevettato (quattro domande di brevetti industriali depositate, di cui due sono consolidate in Europa e USA) la soluzione KSJ, un prodotto innovativo, a bassi costi di realizzazione e che non necessita di manutenzione, per l’isolamento sismico.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
8
Nov

Bilancio 2020, prende forma il Green New Deal con 4 miliardi di euro

08/11/2019 – Era nel programma di Governo e ora prende forma all’interno del disegno di Legge di Bilancio 2020, in Senato per l'inizio della discussione. È il Green New Deal, un insieme di politiche pensate per sostenere lo sviluppo economico attraverso una serie di investimenti pubblici per la riqualificazione e riconversione energetica, che assorbirà in totale 4,24 miliardi di euro. Green new Deal, il Fondo da 4,24 miliardi di euro Sarà istituito, presso il Ministero dell’economia e delle finanze (Mef), un Fondo con una dotazione di 470 milioni di euro per l'anno 2020, 930 milioni di euro per l'anno 2021 e 1.420 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023. Sul totale di 4,24 miliardi di euro, una quota non inferiore a 450 milioni di euro (150 milioni per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022) sarà destinata ad interventi per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Il Fondo sarà alimentato.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231