1 RSPP Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘RSPP’ Category

16
Lug

Cosa si intende per “assicurato”?

Con il termine “assicurato” si intendono tutti coloro che prestano la propria attività alle dipendenze.
Questo vale anche per chi lavora sotto la direzione altrui in modo permanente o avventizio, con qualunque forma di retribuzione o che ha accesso ad ambienti lavorativi dove esiste un rischio di danno.
Lo Statuto dei Lavoratori sancisce la libertà di opinione del lavoratore, che non può quindi essere oggetto di trattamento differenziato in dipendenza da sue opinioni politiche o religiose.


Il datore di lavoro per la sicurezza deve richiedere la collaborazione tecnica dell’RSPP e del medico competente.


Le attività che il datore di lavoro deve svolgere sono:
  • l’analisi dei rischi mediante la loro individuazione;
  • la graduazione degli stessi, valutati in base alla gravità;
  • la scelta delle misure ritenute necessarie/utili;
  • la programmazione dell’implementazione di queste ultime;
  • la redazione del documento di valutazione.
  Per consulenze in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, incarico di RSPP in esterno, realizzazione e mantenimento di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza, transizione alla norma ISO 45001:2018, formazione obbligatoria lavoratori, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it


15
Lug

Quali fonti sono utilizzabili per la valutazione del rischio e quali sanzioni comporta la mancata valutazione del rischio da Radiazioni Ottiche Artificiali?

Quali fonti sono utilizzabili per la valutazione del rischio e quali sanzioni comporta la mancata valutazione del rischio da Radiazioni Ottiche Artificiali?

L’articolo 216 del D. Lgs. 81/08 precisa che “il datore di lavoro valuta e, quando necessario, misura e/o calcola i livelli delle radiazioni ottiche a cui possono essere esposti i lavoratori….” in conformità alle norme CIE e CEN per quanto riguarda le radiazioni non coerenti e le norme IEC per i laser. Allo stato attuale i riferimenti per le misurazioni delle radiazioni ottiche non coerenti sono:
  • UNI EN 14255-1:2005 per gli UV;
  • UNI EN 14255-2:2006 per il visibile e l’infrarosso;
  • UNI EN 14255-4:2007 sulla terminologia e le grandezze da utilizzare per le misurazioni;
  • I valori limite di esposizione (VLE) per le ROA non coerenti sono contenuti nell’Allegato XXXVII Parte I del D. Lgs. 81/2008. Altre norme che trattano la valutazione e la misura in ambiti specifici sono:
  • UNI EN 12198-1:2009/UNI EN 12198-2:2009/UNI EN 12198-3:2008 per le radiazioni emesse dal macchinario;
  • CEI EN 62471:2009 per la valutazione della sicurezza fotobiologica delle lampade e dei sistemi di lampade.
Allo stato attuale i riferimenti per le misurazioni delle radiazioni laser sono:
  • le norme CEI-EN 60825-1:2009 fascicolo 9891 (anche denominata “nuova classificazione”) e CEI-EN 60825-1 fascicolo 4405 R (anche denominata “vecchia classificazione”);
  • i VLE per le ROA coerenti sono contenuti nell’Allegato XXXVII - Parte II del D. Lgs. 81/2008.

Altre norme che trattano la valutazione e la misura in ambiti specifici sono:
  • UNI EN ISO 11553-1:2009 / UNI EN ISO 11553-2:2009 sui requisiti di sicurezza per macchine laser e laser portatili;
  • UNI EN ISO 11554:2008 sui metodi di prova per determinare la potenza e l’energia di fasci laser ad onda continua e ad impulsi.
Tanto per le radiazioni laser quanto per quelle non coerenti, ulteriori fonti di cui tenere conto sono le informazioni reperibili in pubblicazioni scientifiche ed i dati della sorveglianza sanitaria dove attuata (art. 216, comma 2, lettera h). La mancata valutazione del rischio da Radiazioni Ottiche Artificiali prevede la sanzione dell’arresto da tre a sei mesi o l’ammenda da 2.740 a 7.014 euro (art. 219 comma 1 lettera a D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) e l’arresto da tre a sei mesi o l’ammenda da 2192 a 4384 euro (art. 219 comma 1 lettera b D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) per il Datore di Lavoro. Mentre Datore di Lavoro e Dirigenti sono puniti con l’arresto da tre a sei mesi o con l’ammenda da 2.192 a 4.384 euro (art. 219 comma 2 lettera a D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) e con l’arresto da due a quattro mesi o con l’ammenda da 822 a 4.384 euro (art. 219 comma 2 lettera b D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.). Il Medico Competente è punito con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda da 438,84 a 1.753,60 euro (art. 220 comma 1 D.Lgs. 81/2008).

MODI S.r.l. organizza corsi aziendali per lavoratori che operano in presenza di Radiazioni Ottiche Artificiali. 

Per visionare le FAQ ROA e approfondire l'argomento cliccare qui.  Per le recensioni, opinioni espresse dai nostri Clienti e Allievi cliccare qui.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
5
Lug

La formazione dei “Preposti” quanto dura? Sono previsti aggiornamenti?

MODI SRL organizza corsi in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con cadenza mensile. La formazione dei "preposti" ha come prerequisito la formazione dei lavoratori, alla quale viene aggiunta una formazione particolare aggiuntiva. Tale formazione aggiuntiva è formata da 8 punti, dei quali i primi 5 possono essere svolti in modalità online, ha una durata minima di 8 ore indipendentemente dal settore di rischio dell’azienda e infine è previsto un aggiornamento di 6 ore ogni 5 anni. Per ridurre in modo significativo i rischi bisogna fare formazione al personale e effettuare una valutazione globale e documentata di tutti i rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori presenti nell’ambito dell’organizzazione in cui essi prestano la propria attività, finalizzata ad individuare le adeguate misure di prevenzione e di protezione e ad elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza. Il modulo di formazione generale rivolto ai lavoratori e ai preposti, costituisce credito formativo permanente e, nel caso in cui il lavoratore vada a costruire un nuovo rapporto di lavoro o di somministrazione con un’azienda dello stesso settore produttivo cui apparteneva quella precedente, costituisce credito formativo sia la frequenza alla formazione generale, che la specifica di settore, in caso contrario costituisce credito formativo solamente la frequenza alla formazione generale.
Per consulenze in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, incarico di RSPP in esterno, realizzazione e mantenimento di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza, transizione alla norma ISO 45001:2018, formazione obbligatoria lavoratori, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
2
Lug

In Luglio 2019 hai meno lavoro? Approfitta per formare e aggiornare il tuo Addetto al Primo Soccorso e Gestione Emergenze.

MODI SRL organizza con cadenza mensile, Corsi per incaricato al Primo Soccorso per le aziende del gruppo A-B-C in varie città del Veneto.
L’attestato rilasciato a validità tre anni. I corsi danno spazio oltre alla teoria anche a una parte più Pratica.
Il Corso di luglio per lavoratori incaricati dell'attività di primo soccorso e di assistenza medica è organizzato da MODI presso la sede di Mestre in Via Volturno 4e.
Questa nostra aula è indicata per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno). Comoda la location anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi.
  • FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO A durata 16 ore - €180,00 15, 18, 23 e 25 luglio 2019 orario 14.00/18.00
  • AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO A durata 6 ore – 120,00 15 luglio 2019 orario 14.00/16.00 e 23 luglio 2019 orario 14.00/18.00
  • FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO B/C durata 12 ore - € 150,00 15, 18, 23 luglio 2019 orario 14.00/18.00
  • AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO B/C  durata 4 ore –  € 80,00 23 luglio 2019 orario 14.00/18.00.
Il corso fornisce la formazione obbligatoria prevista dall’art. 18 del Testo Unico (D. Lgs. 81/08). E’ previsto un  TEST DI APPRENDIMENTO FINALE e prove con manichino, bendaggi, ecc.
Al termine del corso otterranno l’attestato di qualifica ai sensi del Decreto Ministeriale n. 388 del 15 luglio 2003.
La periodicità aggiornamento è ogni 3 anni (come previsto dal DM 388/03).
I Docenti MODI sono Medici esperti. Applichiamo una scontistica per più addetti iscritti alla stessa edizione del corso. Possibilità di effetturare i corsi in sede del Cliente.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
24
Giu

Cosa impone il D.P.R. 177/2011 in presenza di lavori in appalto? E’ ammesso il ricorso al subappalto per lavori in ambienti confinati?

 
Il subappalto è consentito solo a condizione che sia espressamente autorizzato dal datore di lavoro committente (il quale dovrà, quindi, verificare il possesso da parte dell’impresa subappaltatrice dei requisiti di qualificazione) e che venga certificato, ai sensi del Titolo VIII, Capo I, del D.Lgs. n. 276/2003.
Il DPR 177/2011 impone che quando i lavori siano svolti attraverso lo strumento dell’appalto, debba essere garantito che:
  • prima dell’accesso nei luoghi di lavoro, tutti i lavoratori che verranno impiegati nelle attività (compreso, eventualmente, il datore di lavoro) siano puntualmente e dettagliatamente informati dal datore di lavoro committente di tutti i rischi che possano essere presenti nell’area di lavoro (compresi quelli legati ai precedenti utilizzi). E’ previsto che tale attività debba essere svolta per un periodo sufficiente e adeguato allo scopo della medesima e, comunque, non inferiore ad un giorno;
  • il datore di lavoro committente individui un proprio rappresentante, adeguatamente formato, addestrato ed edotto sul rischio dell’ambiente in cui debba svolgersi la funzione dell’impresa appaltatrice o dei lavoratori autonomi, che vigili sulle attività che in tali contesti si realizzino;
  • durante tutte le fasi delle lavorazioni in ambienti sospetti di inquinamento o “confinati” sia adottata ed efficacemente attuata una procedura spazi confinati specificamente diretta a eliminare o ridurre al minimo il rischio.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari sugli "ambienti confinati" o sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro intesa a 360° chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
17
Giu

Consulenza ai datori di lavoro del Veneto e del Nord Est alle prese con la valutazione dei rischi sicurezza nei luoghi di lavoro

In materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, la valutazione dei rischi consiste in un esame sistematico di tutti gli aspetti dell’attività lavorativa, volto a stabilire: -    cosa può provocare lesioni o danni -    se è possibile attenuare rischi -    quali misure di prevenzione o di protezione sono o devono essere messe in atto per controllare i rischi.
A seguito della valutazione dei rischi, il datore di lavoro fornisce a tutti i lavoratori appositi DPI.
E’ indispensabile l’uso dei Dispositivi di Protezione Individuale e il datore di lavoro deve individuare le caratteristiche dei DPI adeguati ai rischi dell’azienda, aggiornando la scelta di essi ogni qual volta che si verificano significative variazioni del procedimento lavorativo.
Poiché il DPI costituisce sempre un fastidio per gli addetti, che possono essere facilmente portati a evitarne l’uso, il datore di lavoro deve prestare particolare attenzione nello stabilire la durata dell’uso.
E’ obbligo dei lavoratori indossare tutti i dispositivi di protezione individuale che vengono messi a loro disposizione, durante lo svolgimento delle attività.
Le attività che il datore di lavoro deve svolgere sono:
  • l’analisi dei rischi mediante la loro individuazione;
  • la graduazione degli stessi, valutati in base alla gravità;
  • la scelta delle misure ritenute necessarie/utili;
  • la programmazione dell’implementazione di queste ultime; 
  • la redazione del documento di valutazione.
Per consulenze in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, incarico di RSPP in esterno, realizzazione e mantenimento di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza, transizione alla norma ISO 45001:2018, formazione obbligatoria lavoratori, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
12
Giu

Come si può effettuare la valutazione del rischio di esposizione alle ROA?

Per effettuare la valutazione del rischio di esposizione alle ROA lo schema di flusso consigliato è il seguente:
  • Conoscenza delle sorgenti: è necessario preliminarmente censire le sorgenti ROA (attenzione a non limitarsi a consultare inventari spesso non correttamente aggiornati) ed acquisirne i dati forniti dai fabbricanti o, in loro assenza, da documenti tecnici o lavori presenti in Letteratura che trattano sorgenti analoghe. Utilizzare, ove disponibile, la classificazione delle sorgenti secondo le norme tecniche specifiche o la conformità a standard tecnici, può consentire la “giustificazione” che permette di non effettuare una valutazione approfondita del rischio in quanto trascurabile, ovvero di stabilire direttamente (senza effettuare misurazioni) il superamento o meno dei valori limite.
  • Conoscenza delle modalità espositive: tutte le attività che comportano o possono comportare l’impiego di sorgenti ROA devono essere censite e conosciute a fondo; in particolare devono essere individuate le tipologie di sorgenti, le modalità di impiego ed i luoghi in cui sono operanti, acquisendo, se possibile, i “layout” o le planimetrie dove sono installate le sorgenti.
  • Per poter valutare i lavoratori a rischio e la loro effettiva esposizione è importante acquisire anche i tempi, le distanze e le modalità di esposizione per le sorgenti non coerenti, mentre per quelle laser è importante verificare anche eventuali riflessioni.
  • Esecuzione di misure: nel caso non siano disponibili i dati del fabbricante o non vi siano riferimenti a standard tecnici specifici, è necessario effettuare delle misure strumentali secondo le indicazioni fornite da norme tecniche specifiche. Le misure devono essere eseguite con strumentazione adeguatamente tarata, dotata di caratteristiche idonee ai parametri da rilevare.
  • Esecuzione di calcoli: partendo dai dati forniti dal fabbricante, dai dati di letteratura o dai valori misurati, mediante appositi calcoli si ottengono le grandezze necessarie al confronto con i valori limite (es.: dall’irradianza spettrale fornita dal costruttore o misurata, si stima l’irradianza efficace).
  • Confronto con i valori limite: i risultati acquisiti dalle fasi precedenti (dai dati dei produttori, dai dati di bibliografia, da misure strumentali o da calcoli) devono essere confrontati con i valori limite previsti nell’Allegato XXXVII del D.Lgs.81/2008 per stabilire il possibile superamento o meno di tali valori.

MODI S.r.l. organizza corsi aziendali per lavoratori che operano in presenza di Radiazioni Ottiche Artificiali.

Per visionare le FAQ e approfondire l'argomento cliccare qui.  Per le recensioni, opinioni espresse dai nostri Clienti e Allievi cliccare qui.

Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
6
Giu

Sei un titolare di impresa che ha incaricato dei nuovi lavoratori al ruolo di “addetto al primo soccorso”? Ti serve un corso per l’autunno? Chiama MODI

Qualifica i tuoi Addetti con una formazione efficace. Con MODI impareranno le corrette procedure di primo soccorso aziendale e potranno intervenire prontamente nel caso di infortunio ad un collega sul posto di lavoro.
Al termine del corso otterranno l’attestato di qualifica ai sensi del Decreto Ministeriale n. 388 del 15 luglio 2003.
Il corso fornisce la formazione obbligatoria prevista dall’art. 18 del Testo Unico (D. Lgs. 81/08).
Il corso di conclude con una prova finale come previsto dalla normativa. Viene rilasciato un attestato finale di abilitazione alla funzione di Addetto al primo soccorso, da esibire in caso di controllo degli organi di sorveglianza preposti alla sicurezza quali ASL Azienda sanitaria locale, SPISAL servizio prevenzione igiene e sicurezza sul lavoro, Ispettorato Del Lavoro e delle politiche sociali, Autorità marittime.
La periodicità dell’aggiornamento è ogni 3 anni (come previsto dal DM 388/03). MODI organizza i corsi ogni mese. In questo articolo anticipiamo le date di quest'autunno e più precisamente del mese di novembre.
L'aula dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in Via Volturno 4e.
 
FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO A  durata 16 ore - € 180,00 + IVA:
mercoledì 25, venerdì 27 novembre 2020 orario 14.00/19.30 e lunedì 30 novembre 2020 orario 14.00/19.00.
AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO A 
durata 6 ore – € 120,00  + IVA:
mercoledì 25 orario 14.00/16.00 e lunedì 30 novembre 2020 orario 14.00/18.00.
 
FORMAZIONE PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO B/C 
durata 12 ore - € 150,00  + IVA:
mercoledì 25, venerdì 27 e lunedì 30 novembre 2020 orario 14.00/18.00.
AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO PER AZIENDE GRUPPO B/C 
durata 4 ore – € 80,00  + IVA:
lunedì 30 novembre 2020 orario 14.00/18.00..
Questa nostra sede è indicata per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno).
Comoda l'aula anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi.
Pensati per soddisfare i bisogni formativi delle aziende, i nostri corsi sono aperti anche ai privati. Per le recensioni pubblicate dai nostri discenti cliccare qui.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
6
Giu

Quando è prevista la formazione ai lavoratori e quali sono gli obblighi del lavoratore? In luglio 2019 a Mestre corsi per lavoratori neo assunti o che devono aggiornarsi

La formazione e l’addestramento specifico per ogni singolo lavoratore devono avvenire in occasione:
  • della costituzione del rapporto di lavoro;
  • dal trasferimento o cambiamento di mansioni;
  • della introduzione di nuove attrezzature di lavoro o di nuove tecnologie, sostanze e preparati pericolosi.
Secondo quanto previsto dal D.lgs 81/08, il lavoratore ha l’obbligo di:
·        prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella dei colleghi;
·        contribuire all’adempimento degli obblighi previsti per la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, insieme al dirigente e al preposto;
·        segnalare al datore di lavoro, al dirigente o al preposto eventuali rischi;
·        contribuire, insieme al datore di lavoro, ai dirigenti e ai preposti, all’adempimento di tutti gli obblighi imposti dall’autorità competente o comunque necessari per tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori durante il lavoro;
·        avere un abbigliamento congruo al luogo di lavoro e alla mansione richiesta;
·        indossare obbligatoriamente tutti i dispositivi di protezione individuale che vengono messi a loro disposizione, durante lo svolgimento dell’attività.
La sede dei corsi di seguito riportati è situata nella città di Mestre in Via Volturno 4e. Questa nostra aula  è indicata per chi si muove con i mezzi pubblici in quanto vicinissima alla fermata del tram e del bus (fermata Via Volturno). 
Comoda la location anche per chi arriva in auto in quanto ci sono dei parcheggi sotterranei liberi e gratuiti e in superficie nei limitrofi.
FORMAZIONE LAVORATORI GENERALE durata 4 ore – 80,00€ + IVA
09 luglio 2019 orario 14.00/18.00
FORMAZIONE LAVORATORI BASSO durata 4 ore – 160,00€ + IVA
12 luglio 2019 orario 14.00/18.00
FORMAZIONE LAVORATORI MEDIO durata 8 ore – 150,00€ + IVA
12 e 16 luglio 2019 orario 14.00/18.00
FORMAZIONE LAVORATORI ALTO durata 12 ore – 220,00€ + IVA
12, 16 e 19 luglio 2019 orario 14.00/18.00
AGGIORNAMENTO LAVORATORI durata 6 ore – 109,90€ + IVA
09 luglio 2019 orario 14.00/18.00 e 12 luglio 2019 orario 14.00/16.00.
Sono previsti sconti per partecipazioni multiple alla stessa edizione del corso. Siamo certificati ISO 9001 e convenzionati come CFA da Aifos.
MODI SRL lavora a fianco dei titolari delle aziende Clienti interessate all’ottenimento dei contributi per la formazione. Realizza i progetti formativi finanziati in linea con le priorità tematiche di Fondimpresa, come quelle riguardanti la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o gli adempimenti privacy secondo il nuovo Regolamento Europeo 2016/679.
Aiuta le aziende ad individuare le migliori opportunità sulla base delle esigenze, sfruttando al meglio le risorse economiche disponibili e gestendo la pratica dalla fase di richiesta fino alla rendicontazione e all’ottenimento dell’importo finanziato. 
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.
 
5
Giu

Quali sono i diritti dei lavoratori in materia da salute e sicurezza nei luoghi di lavoro? Uno tra tutti essere addestrati e informati sui rischi.

Quali sono i diritti dei lavoratori in materia da salute e sicurezza nei luoghi di lavoro? Uno tra tutti essere addestrati e informati sui rischi. I lavoratori in caso di pericolo imminente possono cessare la loro attività immediatamente e mettersi al sicuro, abbandonando il luogo di lavoro.
Il lavoratore, una volta abbandonato il luogo di lavoro, deve essere protetto da qualsiasi conseguenza dannosa e non può subire alcun pregiudizio, a parte nel caso in cui abbia commesso una negligenza,
I diritti del lavoratore sono i seguenti:
•    Verificare, mediante il rappresentante per la sicurezza, l’applicazione delle misure di prevenzione e protezione della salute;
•    prendere iniziative per evitare un pericolo grave ed immediato;
•    abbandonare il posto di lavoro in caso di pericolo grave ed immediato;
•    ricevere informazioni e formazione adeguate;
•    ricorrere all’organi di vigilanza avverso il giudizio di idoneità del medico competente;
•    ricevere informazioni sul significato degli accertamenti sanitari;
•    ricevere copia della cartella sanitaria alle dimissioni;
•    richiedere visite ed accertamenti; •    ricevere vaccini efficaci.
L’obiettivo del Decreto 81/08 è il miglioramento della salute dei lavoratori, per questo anche i lavoratori che trasghediscono le prescrizione di tale decreto vanno incontro a sanzioni di carattere penale.
Per consulenze in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, incarico di RSPP in esterno, realizzazione e mantenimento di Sistemi di Gestione Qualità, Ambiente e Sicurezza, transizione alla norma ISO 45001:2018, formazione obbligatoria lavoratori, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it.