1 sopralluogo. Archives - Pagina 2 di 503 - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts tagged ‘sopralluogo.’

26
Nov

Che differenza c’è tra “informazione” “formazione” e “addestramento”?

L’informazione comprende l’insieme delle attività utili a fornire conoscenze sull’identificazione, riduzione e gestione dei rischi in un ambiente di lavoro.
La formazione è un processo educativo tramite il quale si trasferiscono ai Lavoratori e agli altri soggetti appartenenti al sistema di prevenzione e protezione aziendale le conoscenze e le procedure utili per essere in grado di svolgere in sicurezza i rispettivi compiti, e per prevenire i rischi.
Con addestramento si intendono, invece, tutte le attività volte a far apprendere ai lavoratori l’uso corretto di macchine, attrezzature, impianti, sostanze, dispositivi anche di protezione individuale e procedure di lavoro.
La formazione e l’addestramento specifico devono avvenire all’inizio del rapporto di lavoro (o entro 60 giorni), in occasione del trasferimento o del cambiamento di mansione, quando si introducono nuove attrezzature e tecnologie o sostanze e preparati pericolosi. La Società MODI S.r.l. si occupa di formazione, mettendo a disposizione della clientela l'aula corsi di Mestre in Via Volturno e la piattaforma online per la Formazione a Distanza, invece per quanto riguarda gli addestramenti per esempio sull'uso di attrezzature possono essere svolti anche presso la sede dell'azienda Cliente, per maggiori informazioni contattare lo staff esperto al numero verde 800300333.
Per consulenze, iscrizione ai corsi e partecipazione ai seminari chiamare il numero 0415412700 o visitate i nostri siti www.mog231.it; www.modiq.it, www.consulenzasicurezzaveneto.it, www.corsionlineitalia.it, www.consulenzaprivacyregolamentoue679.it e www.consulenzacertificazioneiso37001.it/. E-mail MODI NETWORK modi@modiq.it
 
26
Nov

Corsie per i bus, foreste urbane e Capitale Verde, così l’Italia combatte i cambiamenti climatici

26/11/2019 - “Il primo decreto legge totalmente ambientale realizzato in Italia. Una misura che il governo ha ritenuto urgente e necessaria”. Così il Ministero dell’Ambiente definisce il Decreto Clima, la cui legge di conversione è stata approvata dal Senato nei giorni scorsi e ora è all’esame della Camera. Cambiamenti climatici, i dati L’Italia - ricorda il Ministero, citando la rivista The Lancet - è prima in Europa per morti premature da esposizione alle polveri sottili PM2.5, le vittime nel 2016 sono state ben 45.600. “Il clima e la qualità dell’aria sono temi ai quali la politica non può più derogare, perché ad essere minacciata è la salute dell’umanità”. Il rapporto ‘Cambiamenti clima­tici, desertificazione, degrado terrestre, sostenibilità del territorio, sicurezza alimentare e flussi di gas serra negli ecosistemi terre­stri’.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
26
Nov

Resto al Sud, dal 9 dicembre anche i professionisti potranno accedere agli incentivi

26/11/2019 – A partire dal 9 dicembre 2019 gli under 46 ed i professionisti residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia potranno accedere agli incentivi previsti da ‘Resto al Sud’ e presentare i progetti sulla piattaforma online di Invitalia. È stato, infatti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 134/2019 relativo all'ampliamento della platea dei beneficiari della misura ‘Resto al Sud’ con una dotazione finanziaria complessiva di 1.250 milioni di euro. Resto al Sud, come funziona per i professionisti Il decreto definisce l’attività libero-professionale come quella svolta da “soggetti iscritti in ordini o collegi professionali nonché dagli esercenti le professioni non organizzate in ordini o collegi disciplinate dalla legge 14 gennaio 2013, n. 4”. Grazie alle modifiche apportate dal decreto, che entrerà in vigore il prossimo 8.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
26
Nov

Il Decreto Sisma non piace ai tecnici

26/11/2019 – La certificazione dei professionisti sui progetti non basterà ad accelerare i tempi di ricostruzione post sisma in quanto la situazione è resa immobile e confusa dal quadro legislativo generale che si è concepito in questi anni. Ad affermarlo la Rete delle Professioni Tecniche (RPT) che ha duramente criticato il Decreto Sisma, approvato dalla Commissione Ambiente e Territorio della Camera, senza tener conto delle richieste fatte dai professionisti tecnici. Ricostruzione post sisma: con la certificazione dei tecnici nessuna accelerazione RPT contesta l’autocertificazione dei progetti redatti dai professionisti; in questo modo “si assegnano a questi ultimi ulteriori responsabilità in una situazione resa immobile e confusa dal quadro legislativo generale che si è concepito in questi anni”. Ricordiamo che il Decreto prevede la possibilità di ottenere subito il contributo per la.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
26
Nov

Codice Appalti, pronto il nuovo regolamento attuativo

26/11/2019 – Nell’ambito dell’appalto integrato saranno consentite verifiche successive all’aggiudicazione, a condizione che i costi di realizzazione dell’opera non aumentino. È uno dei meccanismi contenuti nella bozza del regolamento attuativo del Codice Appalti. Il testo, messo a punto dai tecnici del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit), dovrebbe essere approvato entro il 16 dicembre, come previsto dal decreto Sblocca Cantieri. A partire dalla sua entrata in vigore, spazzerà via il sistema di “soft law” composto dalle linee guida dell’Anac e dai decreti ministeriali attuativi del Codice Appalti. Appalto integrato e indagini post aggiudicazione Con lo Sblocca Cantieri è stato reintrodotto l’appalto integrato fino al 31 dicembre 2020. Si tratta, lo ricordiamo, di una modifica temporanea, per dare sostegno al mercato delle costruzioni nell’attesa che venga completata.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
25
Nov

Viadotto A6 crollato, geologi: ‘i rischi geologici vanno monitorati’

25/11/2019 - “L’evento che si è verificato sull’autostrada A6 Torino-Savona è simile a quello di qualche anno fa in Sicilia, che interessò il viadotto di Scillato. Come esempio cito anche il crollo del ponte sul Rio Santa Lucia, della statale n.195 tra Cagliari e Capoterra dello scorso anno, ma sono purtroppo tante le criticità di tipo idrogeomorfologico che interessano le infrastrutture del Paese”. Queste le parole di Francesco Peduto, Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi intervenendo sul crollo del viadotto ‘Madonna del Monte’ sull’A6 Torino-Savona a causa di una frana. “Si stima - spiega Peduto - che circa il 90% delle problematiche legate alle infrastrutture italiane sono determinate non da fattori strutturali, bensì dovute a criticità idrogeologiche. In tal senso, le parole d’ordine sono sempre le stesse: prevenzione, manutenzione del territorio e delle.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
25
Nov

Redditi professionali, quelli di ingegneri e architetti sono tra i più bassi

25/11/2019 – I redditi medi delle professioni ordinistiche si attestano sui 36 mila euro ma esiste una forte discrepanza tra le diverse professioni; ad esempio il reddito medio di ingegneri e architetti è circa 25 mila euro ma se ci si sposta nel regime forfettario la media scende a 10 mila euro. Questi alcuni dati messi in luce dal Rapporto 2019 sulle libere professioni in Italia, curato dall'Osservatorio libere professioni di Confprofessioni, coordinato dal professor Paolo Feltrin, e presentato giovedì scorso a Roma durante il Congresso nazionale dei professionisti italiani, promosso dalla Confederazione italiana libere professioni. Redditi dei professionisti: ingegneri e architetti in calo L'analisi sui redditi professionali, basata sui dati dell’Associazione degli Enti Previdenziali Privati (AdEPP), mostra una forte polarizzazione tra chi vede aumentare in modo significativo i propri redditi e chi vede assottigliarsi.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
25
Nov

Alberghi, torna il tax credit per le ristrutturazioni?

25/11/2019 - Per i periodi di imposta in corso dal 1° gennaio 2020 al 2022, alle imprese alberghiere esistenti alla data del 1° gennaio 2017, potrebbe essere riconosciuto un credito di imposta per i lavori di ristrutturazione edilizia e l’ammodernamento delle strutture ricettive. La proposta è contenuta in uno degli emendamenti dei relatori al ddl di conversione del Decreto Fiscale in esame alla Camera. La misura riprende quella introdotta qualche anno fa dal Decreto ArtBonus. Secondo l’emendamento al Decreto Fiscale, il credito di imposta sarà pari al 30% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 200.000 euro nei periodi di imposta 2020-2022, sarà ripartito in 3 rate annuali e avrà le stesse modalità applicative degli anni scorsi. Per questa agevolazione, l’emendamento propone di stanziare un plafond di 170,1 milioni di euro dal 2020 al 2024 (20 milioni di euro per il 2020, 50 milioni.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231
25
Nov

Mobilità sostenibile, le città si tingono di green

25/11/2019 – Da Nord a Sud dell’Europa, architettura e mobilità sostenibile sono sempre più connesse. Spazi urbani vengono ridisegnati, le stazioni diventano spazi di aggregazione e da “non luoghi” si trasformano in punti di riferimento per le città. Legambiente, nel corso del convegno “L’architettura della nuova mobilità”, organizzato nei giorni scorsi in collaborazione con Ferrovie dello Stato, ha raccontato l’esperienza di alcune città molto diverse tra loro. Scalo Farini e San Cristoforo, Milano Verde e sostenibilità sono il cuore del progetto per la riqualificazione delle aree che sorgono intorno a scali ferroviari dismessi. Il concorso, lanciato a ottobre 2018, è stato vinto da OMA e Laboratorio Permanente. L’iniziativa si inserisce nell’Accordo di Programma sottoscritto nel 2017 dal Comune di Milano, Regione Lombardia, Ferrovie dello Stato Italiane (con Rete.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231TENIBILE
25
Nov

Programma Casa Mia: 16,7 miliardi di euro per 600mila case popolari

25/11/2019 – Si chiama “Programma Casa Mia” e prevede uno stanziamento di 16,7 miliardi di euro per la realizzazione di 600mila alloggi di edilizia sociale a consumo di suolo zero, antisismici e con elevate prestazioni energetiche. La proposta è stata formalizzata dal Movimento 5 Stelle con un emendamento al disegno di legge di Bilancio 2020. Casa Mia, programma di quindici anni Le risorse, stanziate fino al 2034, si sommeranno alle politiche di edilizia residenziale pubblica attuate dagli enti territoriali. Sarà finanziata la progettazione e realizzazione di alloggi sociali. Oltre alla riduzione del consumo di suolo, alla sicurezza antisismica e all’efficientamento energetico, lo scopo del programma è la promozione, da parte dei Comuni, di politiche urbanistiche mirate alla rigenerazione dei tessuti degradati. Il 5% degli alloggi sarà destinato alla locazione temporanea dei residenti negli immobili di edilizia.. Continua a leggere su Edilportale.com MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231