1 Senza categoria Archives - MOG 231 - Modelli di Organizzazione e Gestione | MOG 231 – Modelli di Organizzazione e Gestione
Passa al contenuto
Modello di organizzazione e di gestione 231

Posts from the ‘Senza categoria’ Category

20
Feb

Testo Unico Edilizia, tecnici al lavoro per modificarlo

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23120/02/2018 – È iniziato l’iter per la revisione del Testo Unico dell’Edilizia (Dpr 380/2001). Nei giorni scorsi si è riunito per la prima volta il gruppo di lavoro istituito dal Ministero delle Infrastrutture e composto da Ministeri, Conferenza delle Regioni e Rete delle Professioni tecniche (RPT). In attesa del prossimo incontro, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) ha avviato un confronto interno. Modifica del Testo unico dell’edilizia Il Testo unico dell’edilizia è in vigore dal 2001. Negli anni ha subìto molte modifiche, elaborate con l’obiettivo di semplificare l’iter dei procedimenti. Il D.lgs. 301/2002 ad esempio ha modificato la procedura per il pagamento del contributo per il rilascio del permesso di costruire, la disciplina per la realizzazione di interventi con Super-Dia (oggi Scia alternativa al permesso di costruire) e l’iter per il rilascio del permesso di costruire in sanatoria. Un.. Continua a leggere su Edilportale.com
16
Feb

La casa è di lusso? Dipende anche da sottotetti e seminterrati

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23116/02/2018 – Sottotetti e seminterrati vanno conteggiati nella superficie utile a determinare se l’abitazione può essere classificata come immobile di lusso. Lo ha spiegato la Corte di Cassazione con la sentenza 2010/2018. Agevolazioni prima casa e immobili di lusso L’acquisto della prima casa beneficia di un’agevolazione fiscale. Sono escluse dalle agevolazioni le abitazioni rientranti nelle categorie catastali A1, A8 o A9 (abitazioni di tipo signorile, ville e castelli). In base al DM 2 agosto 1969, devono essere considerate “di lusso” le singole unità immobiliari aventi superficie utile complessiva superiore a mq. 240. Dal computo della superficie vanno esclusi i balconi, le terrazze, le cantine, le soffitte, le scale e il posto macchine. Agevolazioni prima casa e immobili di lusso, il caso La Cassazione è intervenuta nel contenzioso tra l’Agenzia delle Entrate e il neo-proprietario di un’abitazione,.. Continua a leggere su Edilportale.com
14
Feb

Elezioni 2018, presentato il ‘Manifesto delle Costruzioni’

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23114/02/2018 – Un impegno per la crescita e il rilancio delle infrastrutture e dell’edilizia privata È la richiesta che Ance, Legacoop produzione e servizi, Anaepa Confartigianato edilizia, Cna Costruzioni, Fiae Casartigiani, Claai, Aniem, Confapi Aniem, Oice e Consiglio nazionale degli ingegneri hanno presentato ieri a Roma con il Manifesto della filiera per rilanciare il settore delle costruzioni. Scarica il Manifesto delle costruzioni Il documento propone alle forze politiche in campagna elettorale un elenco di priorità e interventi “per rimettere in moto un’industria in grado di far crescere l’Italia di mezzo punto percentuale in più all’anno, di creare nuova occupazione – anche recuperando i 600 mila posti di lavoro persi negli anni della crisi - e di accelerare la ripresa economica”. Manifesto delle costruzioni, 10 priorità Il manifesto si compone di dieci punti fondamentali: -.. Continua a leggere su Edilportale.com
14
Feb

Acquisto prima casa, ecco come non perdere le agevolazioni

14/02/2018 – Per usufruire delle agevolazioni sull’acquisto della prima casa è necessario trasferirvi la residenza entro 18 mesi. Ma cosa accade se il costruttore è in ritardo con la consegna e non è possibile andare ad abitare nella nuova casa? Acquisto prima casa e ritardo del costruttore Le Commissioni tributarie provinciale e regionale e la Cassazione (ordinanza 1588/2018) si sono pronunciate, con esiti diversi, sulla controversia nata tra due contribuenti e l’Agenzia delle Entrate. Due coniugi avevano acquistato casa usufruendo delle agevolazioni sulla prima casa. Dal momento che il costruttore non aveva consegnato l’immobile nei tempi previsti, non avevano potuto trasferire la reMODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 231sidenza entro i 18 mesi consentiti dalla normativa e l’Agenzia delle Entrate aveva iniziato un’azione per il recupero dei bonus. Gli acquirenti avevano quindi presentato ricorso prima alla Commissione tributaria.. Continua a leggere su Edilportale.com
9
Feb

Ricostruzione, firmato accordo sul Durc di congruità

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23109/02/2018 – Passi avanti per il Documento unico di regolarità contributiva (Durc) di congruità. La Sottosegretaria alla presidenza del Consiglio e Commissaria alla ricostruzione, on. Paola De Micheli, i presidenti delle Regioni interessate dal sisma del 2016, i vicecommissari e le principali rappresentanze delle categorie produttive e delle forze sociali hanno siglato a Palazzo Chigi l'accordo che prevede l’applicazione del Durc di congruità nei lavori di ricostruzione. Durc di congruità, gli obiettivi del protocollo L’accordo punta ad una serie di obiettivi: - Contrastare il lavoro sommerso e irregolare. Solo in presenza di “congruità” fra manodopera necessaria e contributivi versati, viene rilasciata la certificazione; - Evitare la concorrenza sleale. Impedire qualunque vantaggio alle imprese non in regola, rispetto a quelle che operano nel rispetto della legge e della tutela dei.. Continua a leggere su Edilportale.com
7
Feb

Vizi o difetti dell’immobile, quali garanzie ha l’acquirente?

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23107/02/2018 – Quando si acquista un immobile da un costruttore si è in presenza di un contratto di compravendita e non di appalto. La precisazione arriva dalla Cassazione con la sentenza 26574/2017 ed è utile a stimare con certezza i tempi utili per far valere la garanzia in caso di vizi dell’opera. Nelle compravendite i tempi per agire e ottenere un risarcimento per i vizi dell'opera sono più brevi che nell'appalto. Diverso è il caso dei difetti della costruzione che possono causare la rovina dell'immobile. In questo caso i tempi per far valere la garanzia e le responsabilità del costruttore sono gli stessi sia che si tratti di compravendita sia che si tratti di appalto: il costruttore/venditore è responsabile per dieci anni dalla consegna dell’immobile ed è tenuto al risarcimento. Garanzia per i vizi nelle compravendite L’articolo 1495 del Codice Civile disciplina i termini e le condizioni.. Continua a leggere su Edilportale.com
7
Feb

Distanze tra edifici, le pertinenze interrate non devono rispettarle

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23107/02/2018 – Per la realizzazione di un deposito interrato pertinenziale non è necessario il rispetto delle distanze tra edifici né il permesso di costruire. Non vale lo stesso per i volumi seminterrati. Ma la differenza è sempre così netta? E soprattutto, su quali parametri si effettuano i calcoli? Lo ha spiegato il Tar Molise con la sentenza 20/2018, che ha risolto un contenzioso spiegando che la misurazione deve rifarsi a dati certi ed oggettivi ricavabili dalla originaria situazione dei luoghi. Distanze tra edifici, volumi interrati e seminterrati I giudici hanno spiegato in primo luogo che se un manufatto è pertinenziale e completamente interrato non è soggetto alle norme sulle distanze dal confine e dai fabbricati limitrofi. Il manufatto interrato non crea neanche volumi edilizi, quindi per la sua realizzazione non è richiesto il permesso di costruire perché è sufficiente la Scia. Al.. Continua a leggere su Edilportale.com
7
Feb

Bonus verde, escluse manutenzioni ordinarie annuali e lavori in economia

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23107/02/2018 – Manutenzioni ordinarie annuali e lavori in economia non accedono al Bonus verde. Il chiarimento è arrivato durante Telefisco 2018, organizzato da Il Sole24Ore, che ha spiegato anche come vanno effettuati i pagamenti. Dal momento che l’agevolazione è nuova e che la norma che l’ha introdotta (Legge di Bilancio 2018) è scritta in modo generico, si attendono comunque nuove delucidazioni dall’Agenzia delle Entrate. Bonus verde, i lavori ammessi ed esclusi La detrazione del 36%, delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2018, con un limite massimo di 5mila euro per unità immobiliare, è riconosciuta per gli interventi di sistemazione a verde delle aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze e recinzioni. SCARICA LA GUIDA DI EDILPORTALE AL BONUS VERDE Per sistemazione a verde si intende la fornitura e messa a dimora di piante o arbusti di qualsiasi.. Continua a leggere su Edilportale.com
6
Feb

Tax credit alberghi, dal Mibact chiarimenti in vista del click day

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23106/02/2018 – Si avvicina il click day per accedere alle agevolazioni per la riqualificazione delle strutture ricettive previste dal Decreto “ArtBonus” e regolate, dopo alcune modifiche, dal DM 20 dicembre 2017. Per supportare gli interessati, il Ministero per i beni e le attività culturali e il turismo (Mibact) ha pubblicato un tutorial. Tax credit alberghi, chi può fare domanda La guida del Mibact spiega che il bonus spetta per la riqualificazione di alberghi, villaggi albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi e agriturismi esistenti al 1° gennaio 2012. La domanda deve essere presentata dai legali rappresentanti delle imprese. Le spese agevolabili sono quelle sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018. Tax credit alberghi, interventi ammessi Accedono all’agevolazione interventi di manutenzione straordinaria di cui all'articolo 3, comma 1, lettera b) del Dpr 380/2001, come.. Continua a leggere su Edilportale.com
5
Feb

Appalti di servizi, il curriculum può influire sul punteggio dell’offerta

MODI qualità ambiente sicurezza formazione modelli 23105/02/2018 – Negli appalti il momento di ammissione alla gara, basato su elementi soggettivi dei concorrenti, e quello della valutazione delle offerte, che deve seguire criteri oggettivi, devono essere tenuti distinti. Tuttavia, solo nelle procedure per l’affidamento di servizi, il curriculum del professionista o dell’impresa può incidere sulla valutazione dell’offerta. Ma a condizione che non si stravolga il punteggio complessivo. Questi i principi emersi indirettamente dalla sentenza 279/2018 del Consiglio di Stato. L’esperienza negli appalti di lavori Negli appalti di lavori pubblici, i curricula dell’impresa o dei tecnici che collaborano con essa devono essere valutati solo nella fase della qualificazione, cioè quando la Stazione Appaltante decide chi ammettere alla gara. Nella fase successiva di valutazione delle offerte si deve invece valutare solo la qualità dei progetti presentati. Il.. Continua a leggere su Edilportale.com